I SINDACI ELETTI A VASTO, LANCIANO, ROSETO E FRANCAVILLA

A Vasto ha vinto Francesco Menna sindaco uscente dem con 11.651  voti pari al 62,17%, battendo il candidato del centrodestra, Guido Giangiacomo, che si è fermato a 7.091 voti, pari al  37,83%, non bastando l’apparentamento con la coalizione civica di Alessandra Notaro, per recuperare lo svantaggio del primo turno. A Lanciano vittoria per Filippo Paolini del centrodestra,  ha ottenuto la storica vittoria con 9.252 voti , pari al 51,22%.  Niente da fare per Leo Marongiu, che si è fermato a 8.810 voti, pari a 48,78%, candidato del centrosinistra, espressione dell’amministrazione uscente di Mario Pupillo, arrivato al secondo e ultimo mandato. Inutile l’apparentamento con il Movimento 5 stelle di Sergio Furia, che al primo turno aveva preso 1.019. Marongiu al primo turno aveva preso 8.459 voti. A Roseto Mario Nugnes, sostenuto da Azione e dal coordinatore regionale, Giulio Cesare Sottanelli, ha vinto con  6.233  voti pari al 56,03%, al secondo turno ha goduto l’appoggio anche del candidato uscente del Pd, Di Girolamo. Il centrodestra di William Di Marco si è fermato a 4.892 voti, pari al 43,97% rispetto ai 3.097 voti del primo turno. Infine a Francavilla, che avrà la sua prima sindaco donna, Luisa Russo, assessore uscente della giunta di Antonio Luciani, con 7.020 voti, pari al 65,75%. Niente da fare per l’ex sindaco candidato del centrodestra, l’imprenditore del marmo Roberto Angelucci, che ha preso 3.657 voti, pari al 34,25. L’affluenza alle urne è stata in Abruzzo a 51,59% in calo rispetto al 63,33% del primo turno. ma il dato è superiore alla media italiana, dove l’affluenza è crollata al 43,93%