MALTRATTAMENTI ALLA MADRE ANZIANA, 48ENNE RESTA IN SILENZIO DAVANTI AL GIP

E’ rimasto in silenzio davanti al Gip il quarantottenne di Pacentro, sottoposto nei giorni scorsi alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e dal divieto di avvicinamento per i maltrattamenti all’anziana madre. L’uomo, difeso dall’avvocato Luca Aceto del foro di Pescara, comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sulmona, Marco Billi, si è infatti avvalso della facoltà di non rispondere. L’avvocato che assiste l’uomo probabilmente farà ricorso al Tribunale del Riesame. La misura cautelare è stata quindi confermata. Il provvedimento del Tribunale era stato adottato dopo l’intervento dei Carabinieri della compagnia di Sulmona che lo scorso 23 settembre si presentarono a casa dell’anziana, dopo diverse segnalazioni su presunti maltrattamenti, riscontrando sulla donna evidenti segni di percosse. La vittima avrebbe riferito di aver ricevuto uno schiaffo al volto e di aver subito violenza in diverse occasioni senza motivo. L’anziana non si è però mai recata in ospedale per il timore che il figlio la aggredisse con più violenza. Nè ha sporto denuncia. I Carabinieri hanno sentito alcuni parenti che hanno riferito di aver avvertito quasi ogni giorno le urla dei litigi, riscontrando sul corpo della donna lividi e segni di percosse. Il 48 enne è stato quindi allontanato dalla casa familiare, con prescrizione di non farvi rientro né accedervi senza autorizzazione dell’autorità giudiziaria. Non potrà inoltre avvicinare la madre ai luoghi frequentati da quest’ultima, mantenendo una distanza di almeno trecento metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *