IL CAPITANO DI BORGO S.PANFILO ACCOLTO DAL SINDACO DI BURGHAUSEN

Nei giorni scorsi Paolo Alessandroni, capitano del Borgo San Panfilo, è stato ricevuto dal sindaco della città di Burghausen, Florian Schneider. Un incontro cordiale per ribadire il significato e l’importanza del gemellaggio tra la città di Sulmona e la città bavarese. Per l’occasione il sindaco Schneider è stato omaggiato di prodotti tipici di Sulmona, come formaggi e confetti, di una presentosa, simbolo della tradizione orafa sulmonese, e di un piatto d’argento recante l’effige del Borgo San Panfilo. Doni che hanno fatto brillare gli occhi del Bürgemeister. “Il nostro gemellaggio è un atto ufficiale e in quanto tale dobbiamo darne seguito e risalto anche a livello istituzionale. Non dobbiamo lasciare che resti solamente un rapporto di amicizia. – È quanto affermato dal sindaco Schneider dimostratosi entusiasta dell’incontro – Non appena sarà possibile verrò sicuramente a Sulmona per conoscere il nuovo sindaco che a breve verrà eletto e stringere i rapporti istituzionali”. “Il nostro è un rapporto di forte amicizia nato più di venti anni fa grazie alla Giostra d’Europa. Abbiamo conosciuto una realtà splendida e persone meravigliose – afferma Paolo Alessandroni – Colgo pertanto l’occasione per invitare ufficialmente il qui presente sindaco alla prossima edizione della Giostra d’Europa che, pandemia permettendo, si terrà il primo weekend di agosto 2022. Per noi è sempre un onore poter ospitare gli amici di Burghausen, ma ancor di più se il sindaco Schneider sarà a Sulmona. – ha concluso Alessandroni – Mi auguro fortemente che il futuro sindaco della nostra città abbia lo stesso entusiasmo del sindaco Schneider e che consolidi i rapporti con Burghausen”. All’incontro ha preso parte anche Horst Hauf, amico fraterno del Borgo San Panfilo ed appunto responsabile del gemellaggio sugellato ufficialmente nel 2007. Hauf ha ricordato i primi momenti in cui il Borgo San Panfilo e la Herzogstadt, associazione che ogni anno si occupa dell’organizzazione della Burgfest e di cui è stato presidente per molti anni, hanno approcciato e come si sia instaurato subito un rapporto di amicizia vera che negli anni ha portato a collaborazioni anche extra associative che successivamente hanno portato al duplice atto formale del gemellaggio del 2007 che bisogna coltivare costantemente perché le città hanno tanto da offrirsi reciprocamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *