TRA LE DUE “ANVERSA” NASCONO SCAMBI INTERNAZIONALI

Le due “Anversa”, quella degli Abruzzi e quella del Belgio, s’incontrano. Ha avuto esito assai positivo la visita preliminare ad Anversa degli Abruzzi, svolta da martedì scorso a ieri, dai referenti del Centro Adult Education Encora Berchem di Antwerpen, Anversa del Belgio, responsabili del Progetto di scambio internazionale che vedrà coinvolti dieci studenti belgi, otto donne e due uomini tra i 20 e i 30 anni, con tre docenti che faranno da tutor e da interpreti.La Professoressa Greet Dierckx e il professore Emiliano Manzillo che con l’occasione hanno fatto un soddisfacente tour turistico e naturalistico visitando la Riserva “Gole del Sagittario, Castrovalva, Sulmona, Eremo di San Domenico, Scanno e il Lago durante un intenso soggiorno ad Anversa hanno messo a punto con il sindaco Gianni Di Cesare e gli amministratori comunali i dettagli di una importante iniziativa di carattere formativo. Infatti, dal 16 al 31 ottobre, i corsisti provenienti da Anversa del Belgio e già specializzati in BIKO (accompagnatore minorile) e JGZ (bisogni educativi giovani e disabili) saranno ospitati in paese e parteciperanno a due stage formativi di osservazione, assistenza e pratica presso la Comunità Terapeutica riabilitativa “Il Castello” di Anversa e presso l’Istituto scolastico di Bugnara. I proficui incontri e contatti svoltisi nei giorni scorsi con Domenica Pagano, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Mazzini-Capograssi di Sulmona, Giovanni Bellopede e Michele Beatrice responsabili della Comunità “Il Castello”, hanno consentito di definire il programma operativo di questa interessante iniziativa e di gettare le basi per poterla ripetere nei prossimi anni. “E’ una preziosa opportunità per qualificare e promuovere il nostro borgo e l’intera Valle del Sagittario – dichiara il sindaco Di Cesare, mentre Manzillo ricorda che “Tutto ciò è nato grazie alle positive relazioni tra il Parco Letterario “Gabriele d’Annunzio” di Anversa e il Comitato Dante Alighieri di Antwerpen che da vari anni hanno consolidato intensi rapporti di carattere culturale e sociale, riuscendo finalmente ad avviare mediante l’Erasmus questo significativo progetto europeo che potrà portare benefici e lustro ad entrambi i partner”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *