CENTRODESTRA: GRAVI VIOLAZIONI DELLA LEGGE SU TRASPARENZA ELETTORALE

“La legge dal 2019 impone ai candidati sindaco ed ai candidatI al consiglio comunale di pubblicare sul sito del partito o della lista, che va nell’occasione creato, il loro curriculum vitae e soprattutto il certificato penale. E tale pubblicazione avviene anche alla sezione elezioni del sito del Comune, per dar modo agli elettori di conoscere chi sono i candidati e se hanno precedenti penali. Con grave violazione della trasparenza, sul sito del Comune, ove andavano trasmessi, non appare né il curriculum e certificato penale del candidato sindaco Andrea Gerosolimo né quello di molti candidati delle liste che lo sostengono, liste in gran parte totalmente assenti”. A denunciarlo è la coalizione di centrodestra. “Insomma chi vorrebbe amministrare Sulmona è il primo ad infrangere le regole, impedendo agli elettori una dovuta informazione per esprimere un voto consapevole. A questo si aggiunge la assenza di siti in rete delle liste stesse sui quali per legge dovevano apparire da quattordici giorni i citati documenti, il che comporterà per le liste dei candidati consiglieri e per il candidato sindaco Gerosolimo sanzioni che la legge del 9.1.2019 n.3 determina nella misura che va da un minimo di 12mila euro fino a 120mila euro. Una buona amministrazione nasce dal rispetto delle regole e dalla correttezza di chi si propone per amministrare la città. Correttezza che la nostra coalizione, a differenza di altri, ha ancora una volta dimostrato” conclude il centrodestra. 

Un commento su “CENTRODESTRA: GRAVI VIOLAZIONI DELLA LEGGE SU TRASPARENZA ELETTORALE

  • 30 Settembre 2021 in 14:34
    Permalink

    Come da art. 1, comma 14, della Legge 9 gennaio 2019, n. 3, che impone per i partiti, movimenti politici, liste o candidati collegati che si presentino alle elezioni, di pubblicare sul proprio sito internet, per ciascun candidato, il curriculum vitae e il relativo certificato penale rilasciato dal casellario giudiziale non prima di 90 giorni dalla data fissata per la consultazione elettorale.

    Per il Comune potremmo dire che vi è il “concorso di colpa”?

    Il problema è scoprire quali i siti internet ufficiali di ciascuno schieramento.

    Un elenchino l’avete così da consultarsi prima tempo?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *