RIFIUTI, L’EX SINDACO FEDERICO ACCUSA GIUNTE DI CENTROSINISTRA E CIVICHE

Sulla politica dei rifiuti l’ex sindaco Fabio Federico, oggi candidato consigliere comunale della Lega, lancia nuove critiche e accuse di responsabilità alle giunte comunali di centrosinistra e civiche. “Tanto per essere precisi: con l’introduzione della raccolta porta a porta realizzata dall’amministrazione del centrodestra da me guidata, si era prevista una riduzione delle tariffe derivante dalla diminuzione della “multa europea” per la quota del “non differenziato” e  dalla vendita del differenziato alle filiere dedicate, assicurando inoltre la fine del continuo allargamento della discarica” ricorda Federico. “Infine era stato deliberato il ristoro per i cittadini delle Marane, più vicini alla fonte degli effluvi, consistente in una forte diminuzione delle tariffe. Tutto ciò non ha avuto seguito con l’amministrazione di centrosinistra, che oggi si meraviglia, e soprattutto con l’amministrazione dei “civici” che, se possibile, ha addirittura peggiorato le cose tanto da portarci al paradosso che ci vede essere la discarica del Centro Abruzzo, (e pare di qualcun altro), dover ampliare la discarica, chissà fin dove, e pagare addirittura una tariffa maggiorata. Chi ha sbagliato ha nome e cognome ed i cittadini lo sanno” conclude l’ex sindaco.