TRANSUMANZA PATRIMONIO MATERIALE UNESCO, LA PROPOSTA DAL CONVEGNO AIC A SULMONA

Pieno sostegno all’ambiziosa proposta di aggiungere, per la transumanza, al riconoscimento Unesco di “patrimonio immateriale dell’umanità”, anche quello di “patrimonio materiale” che veda Sulmona e il suo territorio come capofila. Questo il messaggio finale di un interessante quanto partecipato convegno tenuto ieri pomeriggio nell’Auditorium del Palazzo dell’Annunziata a Sulmona promosso dall’Accademia Italiana della Cucina (Aic) delegazione di Sulmona e patrocinato dal Comune di Sulmona, Provincia dell’Aquila, Regione Abruzzo, sostenuto dalla Fondazione Carispaq e dalla Banca di Credito Cooperativo di Pratola Peligna e dall’Associazione Tradizioni Domani. Dopo i saluti istituzionali Gianni D’Amario, Delegato dell’Aic di Sulmona, ha tenuto la relazione introduttiva e programmatica, sottolineando l’occasione unica che si è venuta a creare per le aree interne col riconoscimento Unesco, punto di parrtenza e non di arrivo. Quindi, coordinati da Angelo De Nicola e Rosa Giammarco, gli interventi di un parterre d’eccezione grazie al  presidente onorario dell’Accademia della Crusca Francesco Sabatini; al pastore-filosofo Nunzio Marcelli; al medico nutrizionista Antonio Pacella e alla docente dell’Alberghiero di Roccaraso, Francesca Frattaroli. Le conclusioni sono state affidate a Mimmo D’Alessio, Vicepresidente Vicario nazionale dell’Aic. Allestita anche, a cura dell’Accademia Sulmonese della Fotografia, una mostra a tema grazie alla collaborazione di Girolamo Botta, Milena D’Eramo, Livia De Deo, Antonella Caprioli e Soluzione Arredo di Iacobucci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *