CEDETTE DROGA AD UN MINORE, CHIESTO PROCESSO PER 35ENNE DI SULMONA

È scusato di aver ceduto sostanze stupefacenti ad un minore, all’epoca dei fatti, ospite della casa famiglia di Sulmona. L’inchiesta preliminare si è ora chiuso con la richiesta del processo da parte della procura. Protagonista della vicenda giudiziaria S.D.B., sulmonese di 35 anni, accusato  di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La vicenda risale al 26 agosto dello scorso anno.  Il giovane sarebbe stato scoperto con nove piante di cannabis sul balcone di casa. Una piccola piantagione che la guardia di finanza individuò dopo accurati accertamenti investigativi, assieme a 6 grammi di marijuana e 1 grammo di hashish, oltre a materiale per il confezionamento della sostanza. Sempre secondo l’accusa il 35 enne sarebbe stato colto in flagranza di reato, tanto da essere arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, mentre cedeva sostanza stupefacente a un minore. Per il difensore dell’uomo, l’avvocato Maria Grazia Lepore non vi fu spaccio perché non vi fu alcun passaggio di denaro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *