ANCORA DISAGI PER L’ODONTOIATRIA NEL CARCERE DI SULMONA, LE PROPOSTE DELLA UIL

Non cessano i disagi nella casa circondariale di via Lamaccio, per il servizio odontoiatrico, nonostante recenti interventi mirati alla soluzione e la Uil Fpl, attraverso i suoi rappresentanti provinciali, Claudio Incorvati e Mauro Nardella chiedono un incremento orario settimanale pari a 6 ore  al fine di meglio contemperare le molteplici esigenze che la professionista si trova faticosamente a fronteggiare, riduzione della lista d’attesa; lavori che necessitano di piu accessi in ambulatorio; interventi d’urgenza segnalati dal medico di m.g.; protocolli di sicurezza anti covid-19; risparmio presidi farmaceutici. “In considerazione delle eccessive movimentazioni da e per l’ospedale civile di Sulmona ad opera del presidio Nucleo Traduzioni e piantonamenti dell’istituto penitenziario, onde evitare spostamenti di detenuti che potrebbero essere ovviati attraverso la realizzazione in loco degli esami radiogrfici, si chiede inoltre l’implementazione di apparecchiatura dentalscan e per paronamiche arcate dentarie” conclude la Uil.