RESTA IN CARCERE BUCCILLI DOPO IL NO DEL GIUDICE AI SERVIZI SOCIALI

Dovrà scontare la sua pena in carcere Luca Buccilli, il 31enne di Sulmona, arrestato nei giorni scorsi perché sorpreso a guidare  a zig zag nel centro storico di Sulmona e per  resistenza a pubblico ufficiale. Il provvedimento è stato adottato dal Tribunale di sorveglianza, a margine dell’udienza per la discussione o meno della revoca dell’affidamento in prova ai servizi sociali. Un beneficio che il 31enne ha perso nel momento in cui, lo scorso 19 agosto, è stato arrestato dai Carabinieri di Sulmona dopo la bravata sulle strade del centro storico dove ha rischiato di investire anche un passante. Dopo essere stato fermato dai carabinieri, a seguito dei controlli era emerso che Buccilli si era messo alla guida in stato di ebbrezza. Da qui il ritiro della patente con il  31enne che aveva opposto resistenza ai carabinieri finendo di nuovo agli arresti domiciliari. Per la violenza o minaccia e la resistenza a pubblico ufficiale la scorsa settimana è stato condannato alla pena di otto mesi di reclusione. Più la misura cautelare degli arresti domiciliari. Condanna che ha indotto il Tribunale di Sorveglianza alla revoca dell’affidamento in prova. Pertanto niente servizi sociali ma Buccilli dovrà scontare in carcere  una serie di reati commessi fino al 2016. Dalla resistenza a pubblico ufficiale alla falsa testimonianza fino ad arrivare allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla violazione della misura di sorveglianza. Il suo avvocato, Stefano Michelangelo, si è comunque attivato per chiedere il ricovero in una comunità,  in modo da potergli evitare il regime carcerario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *