DANNI SISMA 2009, GEROSOLIMO: DISPARITA’ DI TRATTAMENTO PENALIZZA SULMONA E IL CENTRO ABRUZZO

Una modifica delle norme del decreto legge 183 del 2020, che sanciscono una disparita di trattamento tra i cittadini di Sulmona e del Centro Abruzzo, rispetto a quelli dell’Aquila, in fatto di riparazione dei danni subiti con il terremoto del 2009. E’ la proposta che il candidato sindaco Andrea Gerosolimo lancia a tutte le forze politiche e ai parlamentari del territorio. “Dopo il terremoto, Sulmona fu ingiustamente esclusa dal cratere sismico ed oggi, ancora una volta, paghiamo le conseguenze negative di quella scellerata decisone – ricorda Gerosolimo – Infatti, il decreto legge 183/2020 definisce il termine ultimo di presentazione delle domande di concessione dei contributi per la riparazione dei danno dovuti al sisma del 6 aprile 2009. Nella norma viene perpetrato un trattamento differente fra i cittadini di Sulmona (del centro Abruzzo, in generale) e quelli della città dell’Aquila e del cratere sismico. Così mentre ai primi viene assegnato il termine inderogabile del 30 settembre 2021 per la presentazione delle pratiche di ricostruzione, pena la decadenza del beneficio, ai secondi, tranne pochi sparuti casi, viene assegnato il termine ultimo del 30 settembre 2022”. “Una disparità di trattamento assolutamente ingiustificabile, che, fra l’altro, incide profondamente sul centro storico della nostra città – conclude il candidato sindaco della coalizione civica – Spero che tutte le forze politiche si mobilitino al fine di ottenere una modifica della norma ed in particolare i parlamentari di questo territorio si impegnino affinché detto termine venga assolutamente posticipato al 30 settembre 2022 così come per i comuni del cratere. Bisogna agire immediatamente”.

4 commenti su “DANNI SISMA 2009, GEROSOLIMO: DISPARITA’ DI TRATTAMENTO PENALIZZA SULMONA E IL CENTRO ABRUZZO

  • 15 Settembre 2021 in 14:53
    Permalink

    Ma non era stato consigliere e assessore regionale lui prima, e attualmente consigliere regionale la propria consorte?? Le elezioni comunali lo hanno risvegliato dal dolce torpore strumentale???

    Risposta
  • 15 Settembre 2021 in 13:56
    Permalink

    trovo sconcertante come dopo 5 anni di amministrazione, completamente immobile aull’argomento….ora si pensi che in un anno si possa recuperare tutto il non fatto.
    Pensate davvero che un anno in più possa recuperare 11 anni di completo immobilismo della struttura comunale e delle sue amministrazioni?
    Demoralizzante leggere ancora queste uscite di bassa politica chiacchierata. C’è stata occasione di fare i fatti…e non si sono fatti. Le chiacchiere se le porta il vento!!!!!
    Per non dimenticare che l’anno ulteriore sarebbe in pieno bonus 110% …. chi li farebbe tutti questi progetti da depositare entro settembre 2022, con le scadenze per la chiusura lavori superbonus al 31.12.2022? suvvia…un minimo di realismo e di concretezza…. LA FRITTATA E’ FATTA.

    Risposta
  • 15 Settembre 2021 in 12:35
    Permalink

    Si è svegliato un tantino tardi!
    Negli anni passati dov’era?
    Anche questa del mancato inserimento nel cratere sismico la scopre solo dopo 12 anni?
    Non sa della presenza di ben 56 Comuni del cratere sismico + il Comune di L’Aquila e di oltre 100 Comuni fuori cratere.

    Non era presente all’inaugurazione del nuovo plesso scolastico di Bugnara?
    Poteva chiedere lì il perche?

    Risposta
    • 15 Settembre 2021 in 12:44
      Permalink

      Anzi, mi sarei aspettato una giustificazione sul perché a distanza di anni, quei fondi in cassa nel comune di Sulmona non vengono ancora spesi dall’amministrazione uscente & C.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *