ANDREA GEROSOLIMO LANCIA LA CAMPAGNA “ASCOLTIAMO I CITTADINI”.

Andrea Gerosolimo lancia la campagna di ascolto dei cittadini entrando nelle loro case e incontrandoli nelle piazze dei loro quartieri. “Abbiamo pensato di cambiare le abitudini di questa città e quelle della campagna elettorale, incontrando tutti i cittadini nei vari quartieri di Sulmona”, spiega il candidato sindaco dei civici Andrea Gerosolimoi. “Incontriamo Andrea” è denominata l’iniziativa per scendere tra la gente “confrontandoci con le persone che vorranno dialogare con noi – prosegue – e cercheremo di toccare con mano le loro difficoltà, i loro problemi per provare a risolverli, iniziando dai luoghi in cui vivono”. Sono sei gli incontri pubblici programmati in questo mese di settembre: martedì 21, giovedì 23, sabato 25, martedì 28, mercoledì 29 e giovedì 30. Gerosolimo a partire dalle 18 sarà presente nelle frazioni, nel cuore del centro storico tra via Barbato e via Ciofano, nella zona di Porta Napoli, in via Avezzano, via XXV Aprile e nella zona Peep.

Un commento su “ANDREA GEROSOLIMO LANCIA LA CAMPAGNA “ASCOLTIAMO I CITTADINI”.

  • 15 Settembre 2021 in 11:57
    Permalink

    Anche questa “nuova” azione propagandistica elettorale mostra i limiti di quella che è la scarsa capacità organizzativa e comunicativa dell’organizzazione a supporto del “CIVICO EVOLUTO 0.0”.
    L’iniziativa di “ascolto” è già errata nel titolo, “È IL CANDIDATO SINDACO CHE DEVE INCONTRARE I CITTADINI E NON VICEVERSA”…. si parla di ascolto ma nella presentazione si lascia intender il vero scopo, mantenendo il solito e unico metodo conosciuto, PASSANDO DAL PORTA A PORTA, AL QUARTIERE PER QUARTIERE, per aumentare la platea di uditori, ma forse meglio indicarli per il corretto scopo ultimo di “crocettatori” per “PROVARE A RISOLVERE PROBLEMI,” e “NON PER PARLARE DEL PROGRAMMA CHE VOGLIONO REALIZZARE”… è già un mettere le mani avanti… “DIMMI DI COSA HAI BISOGNO E VEDIAMO COSA SI PUÒ FARE… SE PERO’….” e la riprova lo è nella scelta delle “aree d’incontro” che non è del tutto casuale e che lo sappiano e se lo ricordino i CROCETTATORI, non dimentichino il 2016, pensino al futuro dei loro figli in città e non alle aleatorie promesse già avute.
    L’intero comunicato fa acqua da tutti i buchi, si programmano interventi per il mese di settembre, come a dire che a ottobre proseguiranno, ma non ve ne è il tempo organizzativo e “legislativo” per farne altri “ufficiali”, ma non importa.. chi volete che se ne accorga.
    Evidentemente non ci si sente tanto sicuri nel risultato e la psicosi aumenta vertiginosamente le paure.
    In ultimo l’orario scelto, le 18:00 all’aperto (almeno si presume e “si spera”), quindi tempo permettendo e ci avranno pensato o hanno già predisposto l’affitto di sedie e gazebo e d’illuminazione? Perché alle 18:00 e se non si allungherà l’attesa per impegni presi e perché serve anche ad aumentare il pathos dell’attesa, se è vero che il tramonto è previsto alle 19:05 per la giornata del 21 settembre, si arriverà che il 30 il tramonto sarà alle 18:50, buietto.. non ci si vedrà bene in faccia e alle 20:00 si cena… TEMO CI SIA E CI SARA’ POCO DA DISCUTERE… Anche se “la notte è sempre più buia”, però ci si fa pubblicità lo stesso! Evvivaaaaa!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *