VIA TURATI, L’ODISSEA SI CONCLUDE DOPO DODICI ANNI

Si conclude oggi la storia infinita di via Turati. Con la consegna dei lavori alla ditta Zappa, aggiudicataria dell’appalto, per un totale di oltre 600mila euro, si scrive la parola fine ad un’odissea che ha coinvolto la città da dodici anni. Presenti alla consegna dei lavori il sindaco Annamaria Casini, l’assessore ai Lavori pubblici, Salvatore Zavarella, il dirigente comunale ingegnere Franco Raulli, la cui opera è stata decisiva nella definizione della pratica ed i titolari della ditta. Il progetto prevede la realizzazione di un muro di contenimento di circa sette metri ed un sistema di rinforzo, nella parte alta, per consentire la stabilizzazione del costone di via Turati, che in passato era sede di una discarica abusiva e composta da materiale di risulta, estremamente fragile. Saranno poi realizzati micropali che dovranno sostenere il muro di contenimento.Era l’inizio del 2009 quando una parte della circonvallazione orientale, a ridosso di via Japasseri, franò portandosi dietro una parte della scarpata, questo evento eclatante aggiunto ai continui movimenti di via Turati, che avevano provocato l’instabilità di tutte le abitazioni della zona e dello stesso edificio scolastico delle medie Serafini avevano portato i residenti a mettere in atto numerose azioni di protesta, alcune anche clamorose. Nel corso degli anni il Comune si è impegnato a risolvere il problema senza però riuscirci. Fondi arrivati dalla Regione e poi dirottati in altri settori hanno complicato ancora di più la vicenda, portandola avanti fino a qualche mese fa, quando finalmente l’assessore Zavarella è riuscito a dipanare la matassa. “Un lavoro portato avanti prima dal compianto vice sindaco Nicola Angelucci, che ha reperito le risorse e poi ereditato dall’assessore Zavarella, che ha impresso un’accelerazione alla conclusione delle procedure tecniche fino all’attuale consegna dei lavori – ha sottolineato il sindaco – una promessa mantenuta che ci rende ancor più orgogliosi, viste le innumerevoli difficoltà finanziarie e burocratiche affrontate”. “Oggi per me è una bellissima giornata, questo traguardo insieme a quello del liceo classico mi riempie di orgoglio – ha concluso Zavarella – ringrazio tecnici e istruttori direttivi e amministrativi che sono stati al mio fianco, insieme ai dirigenti, con passione e professionalità”.

Un commento su “VIA TURATI, L’ODISSEA SI CONCLUDE DOPO DODICI ANNI

  • 14 Settembre 2021 in 15:37
    Permalink

    Ma perchè dopo 12 anni dobbiamo dire “bravo” a qualcuno? spiegatemi.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *