SUCCESSO PER LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO “LA PIZZELLA” A PRATOLA PELIGNA

Nella categoria “innovazione” primo posto all’associazione Amici della Nevola di Ortona, piazza d’onore per la signora Laura Giardini, sempre grande protagonista della rassegna, e terzo classificato il Centro Anziani di Palena. La signora Maria Petrella è invece la prima classificata nella categoria “tradizione”, seguita ancora da Laura Giardini; terzo posto per la casolana Maria Naccarella. Questi i risultati della terza edizione del premio dedicato al dolce tipico “La Pizzella”, tra tradizione e innovazione, sabato scorso, nella splendida terrazza di palazzo Colella.
Quaranta i partecipanti, accolti dal sindaco Antonella Di Nino, dal consigliere delegato alla Cultura Aldo Di Bacco, impegnato anche nella giuria, e dal neo presidente della Pro Loco di Pratola Peligna Domenico Di Bacco, che ha raccolto di recente il testimone da Franca Bianchi presente all’iniziativa che Comune e Pro Loco hanno promesso sposando l’idea di Massimo Di Prospero.
Nella categoria “innovazione” il primo posto è andato all’associazione Amici della Nevola di Ortona, piazza d’onore per la signora Laura Giardini, sempre grande protagonista della rassegna, e terzo classificato il Centro Anziani di PalenaLa signora Maria Petrella è invece la prima classificata nella categoria “tradizione”, seguita ancora da Laura Giardini; terzo posto per la casolana Maria Naccarella. La giuria è stata impegnata in un “difficile” compito, per la qualità di tutti i dolci proposti, confezionati in maniera elegante per la gioia dei tanti appassionati. Questa terza edizione si è caratterizzata anche dalla gara riservata ai forni, con dodici partecipanti e prodotti consegnati alle associazioni di volontariato e alle istituzioni impegnate nel sociale e nella cura delle persone più fragili. “La pioggia non ha fermato questa bella manifestazione – ha commentato il sindaco Di Nino – che dopo la sosta forzata della pandemia ha celebrato la terza edizione all’insegna della valorizzazione delle tradizioni e dei prodotti tipici del territorio, sempre con il tratto distintivo dell’entusiasmo e della partecipazione. Ringrazio tutti i partecipanti, per il loro straordinario impegno e per la qualità che apportano a ogni edizione della rassegna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *