IN DICIASSETTE LISTE 271 ASPIRANTI CONSIGLIERI TRA TANTI EX E VOLTI NUOVI

Sono in tutto 271 gli aspiranti consiglieri comunali, che si daranno battaglia da qui ai prossimi 3 e 4 ottobre, a sostegno dei rispettivi quattro candidati sindaci, Gianfranco Di Piero, Andrea Gerosolimo, Elisabetta Bianchi e Vittorio Masci. Le liste dei candidati consiglieri sono 17: sette per Gerosolimo, cinque per Di Piero, quattro per Masci e con una sola lista Bianchi. In lizza c’è anche il consigliere regionale Antonietta La Porta, capolista della Lega. E nella stessa Lega, subito dopo la capolista, compare candidato l’ex sindaco Fabio Federico, pronto a tornare a palazzo San Francesco. Spiccano nella Lega anche il medico Aldo Russo e l’avvocato Serafino Speranza. Il capogruppo Mauro Tirabassi, con Fidio Bianchi ex consigliere provinciale e Salvatore D’Angelo, ex consigliere comunale, guidano invece la lista di Fratelli d’Italia. Capolista di Forza Italia è l’attuale coordinatore cittadino Lorenzo Fusco, già assessore nell’era Federico. Per la lista Masci sindaco invece sono in corsa anche Alberto Di Giandomenico, ex portavoce della Lega, ora abbandonata, il dirigente medico Paolo Leombruni e l’avvocato Gennaro Carugno. Nelle file di Gerosolimo, nella lista Territorio Futuro, è candidato Massimo Di Paolo, dirigente del Polo scolastico “Fermi” che già fu candidato al Consiglio regionale ed il consigliere comunale uscente, Claudia Fauci. Un altro ex assessore comunale dell’era Casini, Luigi Biagi, guida la lista I Democratici. Con lui il vice sindaco Marina Bianco, i consiglieri comunali Antonio Di Rienzo e Luigi Santilli, in compagnia dell’ex vice sindaco Luciano Marinucci. Sponsor della lista è l’ex sindaco Bruno Di Masci, che stavolta non sarà candidato. Nel 2016 andò al ballottaggio con il sindaco Casini. In forza alla lista Fare Sulmona c’è l’assessore ai Lavori pubblici, Salvatore Zavarella. Stessa lista dell’imprenditore Pasquale Di Toro, protagonista della vicenda che salì alla ribalta delle cronache nazionali, per la pulizia della statua di Ovidio innevata. Un altro consigliere uscente, che aspira al ritorno a palazzo San Francesco, è Franco Di Rocco, nella lista Sulmona al Centro. Con lui, tra i giovani pupilli di Gerosolimo, non ci saranno invece Andrea Ramunno e Debora D’Amico. “Avanti Sulmona” è invece guidata dall’ex vice sindaco Luisa Taglieri, con Massimo Carugno, dirigente socialista e Antonio Cinque, non solo capitano di Sestiere Japasseri ma esponente di punta dell’associazione esercenti “Sulmona fa centro”. Sulmona città d’arte è lista del tutto nuova, senza candidature di ex. La settima lista dei civici è quella del Popolo di Sulmona, che torna dopo l’esperienza del 2016, con Di Masci candidato, capeggiata da Ada Di Ianni, figlia dell’ex vice sindaco Enea. Con lei anche l’ex consigliere Nunzio Giovannelli, l’ex sindaco di Pacentro, Fernando Caparso e l’ex consigliere Alessandro De Gennaro, “spodestato” dal Consiglio su ricorso di Elisabetta Bianchi. Attilio D’Andrea, collaboratore della senatrice Di Girolamo e il coordinatore cittadino, Angelo D’Aloisio, spiccano nella lista del M5s in appoggio al candidato Di Piero. Sbic ripropone la coppia Maurizio Balassone, consigliere comunale e Catia Di Nisio, a guida della lista. Un protagonista della musica popolare Michele Avolio guida invece Intesa per Sulmona, che vede di nuovo in lizza Silverio Gatta, già consigliere comunale. La presidente del Consiglio comunale Katia Di Marzio è candidata con Sulmona Libera e Forte, con il consigliere Francesco Perrotta e l’ex assessore Maurizio Proietti. Non sarà invece candidato Fabio Pingue. Capolista Pd è Teresa Nannarone. Infine Elisabetta Bianchi, già candidato sindaco di Forza Italia, nel 2016, ritenta l’impresa affidandosi al capolista Giovanni Mascetta, ingegnere in servizio per un periodo anche nel Comune di Sulmona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *