CORSA DEGLI ZINGARI…VERSO L’UNESCO

Corsa degli Zingari, domenica pomeriggio, in…corsa verso l’Unesco. A rinnovare la tradizione sempre emozionante della Corsa, orgoglio e vanto di Pacentro, saranno venti concorrenti, tutti con green pass o tampone negativo. Anche quest’anno, come l’anno passato, la Corsa però sarà obbligata a restare senza pubblico, a causa del covid, con ingresso riservato agli addetti ai lavori, anche loro con prescritto green pass. La tradizionale sfida partirà alle 17.30, da colle Ardinghi alla Pietra Spaccata. A piedi scalzi, sarà corsa fino alla Chiesa della Madonna di Loreto. Chi vincerà la sfida riceverà il Palio di Stoffa. E’ aperto al pubblico, invece, il concerto, in programma la sera alle 21, allo stadio comunale. Mille i posti disponibili, tutto in piena sicurezza e secondo le prescrizioni anticovid, ripetendo l’esperienza assolutamente priva di problemi dello scorso anno. Il “modello Pacentro” che ha reso possibile già nel 2020 l’unico grande evento estivo nel Centro Abruzzo. Allo stadio, accanto alla madrina dell’evento Matilde Brandi, si esibiranno i “The Kolors” che nei giorni scorsi hanno rinviato un concerto per la positività di un membro nello staff. Nessuna disdetta e tutto confermato. Entusiasta, sia pure comprensibilmente provato dalle fatiche organizzative, il presidente dell’associazione Corsa degli Zingari, Giuseppe De Chellis, come sempre instancabile, con il suo gruppo, nell’affrontare ogni sforzo che l’organizzazione dell’evento richiede. Anche tanti piccoli e grandi imprevisti. Ma lui non si perde mai d’animo. Come appassionato è l’impegno suo e dell’associazione per l’obiettivo dell’inserimento dell’evento di Pacentro nel patrimonio Unesco. Il sindaco Guido Angelilli guarda con fiducia e assicura anche lui il suo sostegno per questo obiettivo, plaudendo all’organizzazione della Corsa degli Zingari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *