ZAVARELLA, IL PD UN MANIPOLO DI DISPERATI CHE INVECE DI PROPORRE IDEE PER LA CITTÀ DENIGRA LE PERSONE

“Un’oca che starnazza a capo di un manipolo di disperati che invece di proporre idee e progetti per la città continuano a contrastare  i propri avversari politici scegliendo la via dell’offesa e della denigrazione”. È così che vengono definiti gli esponenti del circolo cittadino del partito democratico dopo l’ultimo pesante comunicato divulgato contro l’assessore ai lavori pubblici e candidato al consiglio comunale nelle prossime amministrative di Sulmona, Salvatore Zavarella. Lo definiscono “artefice insieme ai suoi seguaci, del collasso delle società partecipate e dell’intero tessuto socio economico del territorio” e “colto ancora una volta nel tentativo di mettere le mani nel sacco dei denari pubblici di una partecipata della Valle Peligna”.  “È corretto che un dipendente SACA, già discusso assessore di una delle tante giunte Casini e che continua a citare in giudizio la Società pubblica in cui presta la propria attivitаà lavorativa per ottenere un avanzamento di carriera cui non ha diritto, si candidi al ruolo di amministratore del Comune socio di detta società?”, si chiedono ancora gli esponenti del Pd. Pronta la replica di “Fare Sulmona”, il gruppo politico che appoggia il candidato sindaco Andrea Gerosolimo, con capolista, Salvatore Zavarella. “Troviamo francamente sconcertante, fuori luogo oltre che di cattivo gusto l’attacco mosso dal circolo cittadino del Pd nei confronti del nostro candidato Salvatore Zavarella”, scrivono in una nota gli esponenti di Fare Sulmona. “Intanto perché non sussiste alcun tipo di incompatibilità tra la carica di consigliere comunale, a cui è candidato Zavarella, e quella di dipendente di una azienda partecipata, ancor di più se si pensa che la quota di partecipazione del Comune è pari a poco più del 5% del capitale sociale. Poi riteniamo l’attacco, del tutto gratuito” – continuano – alla luce di quelli che saranno i membri della compagine avversaria. Infatti, nelle file delle liste del centro sinistra, sono candidati diversi medici che percepiscono uno stipendio dalla ASL e sono in grado di influenzare il voto grazie al loro ruolo. Così come sono candidati professionisti che hanno percepito e continuano a percepire incarichi da soggetti pubblici. Inoltre appare vergognoso che parli di bene pubblico proprio il circolo del PD che ha provato ad ostacolare in ogni modo, attraverso un proprio iscritto, (chiaro il riferimento all’architetto Del Boccio), la finalizzazione della procedura per il Liceo Classico, remando contro gli interessi della Cittа”. “Quello che ha fatto in questi anni l’assessore Zavarella è un elenco lunghissimo di cose di cui ci piacerebbe parlare in campagna elettorale”, concludono gli esponenti di Fare Sulmona. “Ci saremmo aspettati dal circolo Pd un articolo che illustrasse le cose che vogliono fare per Sulmona, le loro idee ed i loro programmi. Invece sempre e solo calunnie, critiche vuote e senza senso. Noi abbiamo intenzione di fare una campagna elettorale costruttiva. Fare Sulmona vuole parlare delle cose da Fare e non perdere tempo con queste polemiche inutili e dannose per la nostra Cittа”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *