IN CENTRO ABRUZZO 29 NUOVI CASI COVID E MUORE ANZIANA TURISTA PUGLIESE

Nel Centro Abruzzo sono stati accertati ventinove nuovi casi di coronavirus con un nuovo decesso. I casi accertati sono 11 a Sulmona, 10 a Pescasseroli,  3 a Roccaraso, 2 ad Introdacqua, 2 ad Ateleta ed uno a Scanno. A Pescasseroli sono risultati positivi due migranti, uno dei quali lavora in un bar del paese e due congiunti di 86 e 52 anni che sarebbero legati al fronte della fisioterapista contagiata nelle scorse settimane. Nell’Alto Sangro è stata contagiata dal virus anche una bambina afgana di 11 anni ospite della base militare di Roccaraso, il cui sindaco Francesco Di Donato, ha comunicato questa mattina un’altra positività, quella di un suo congiunto.  A Sulmona tra i nuovi casi c’è anche quello di un’intera famiglia di quattro componenti rientrata dall’estero con la più giovane dei contagiati, una bimba di 2 anni. Contagio covid anche per una bambina di 5 anni assieme alla madre quarantasettenne. Conferme anche per il ventunenne di Sulmona che aveva scoperto il contagio con il test rapido prima di partire per una vacanza. Positiva anche una quarantaseienne e due contatti stretti di caso accertato. Gli attuali positivi salgono  a 143. Mentre i sovegliati superano quota 300. Un nuovo decesso per covid è quello della turista ottantaseienne residente a Bari che ha soggiornato a Rivisondoli prima di essere ricoverata nell’ospedale di Avezzano dove si è spenta. L’anziana, Wanda Nardilli, era vaccinata ma bisogna tenere conto del fatto che per gli immunodepressi la vaccinazione ha un’incidenza più debole. E’ la novantesima vittima in Centro Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *