CONVALIDATO L’ARRESTO PER IL RAPPER EVASO, PROCESSO A FINE AGOSTO

Arresto convalidato, con custodia cautelare in carcere, per Matteo Arcari, il ventiduenne di Cremona protagonista ieri dell’evasione dall’ospedale dell’Annunziata. reso protagonista di una rocambolesca evasione dall’ospedale dell’Annunziata. Davanti Gip del Tribunale, Francesca Pinacchio, il giovane, assistito dall’avvocato Alberto Paolini, ha affermato di essere fuori di sè. Il prossimo 31 agosto il giovane sarà processato con il rito direttissimo dopo che il giudice, Francesca Pinacchio, ha accordato i termini a difesa chiesti dall’avvocato Paolini. Il cremonese che sabato sera aveva perso il treno per Roma ed era rimasto in città dopo aver conosciuto alcune ragazze, ha reso dichiarazioni spontanee davanti al giudice, spiegando sostanzialmente che non era nel pieno delle sue facoltà mentre poneva in essere i reati contestati. Il giovane è stato fermato la notte tra sabato e domenica nell’area della Villa Comunale. Trovato in possesso di quaranta grammi di hashish ha opposto resistenza agli agenti ed è stato arrestato. La mattinata di ieri, in preda ad un malore forse per una crisi di astinenza, ha ottenuto di poter ricorrere alle cure mediche dell’ospedale da dove è evaso intorno alle 11, passando per una finestra. Quindi rubata una bicicletta si è inoltrato nelle campagne di Pettorano dove è stato ritrovato nel pomeriggio dopo ore di ricerche con dieci pattuglie e due elicotteri impegnati a dargli la caccia. Il giovane è stato allontanato dalla famiglia e raggiunto, negli ultimi tempi, anche da trattamenti sanitari obbligatori. Recentemente ha iniziato il difficile percorso di ritorno sulla “buona strada”. E’ un rapper e su youtube si fa chiamare “giovane nobile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *