CON UN BOCCONE INCASTRATO IN GOLA RISCHIA DI SOFFOCARE, LO SALVA GIOVANE ODONTOIATRA

Non riesce ad inghiottire un pezzo di mozzarella che gli rimane bloccato in gola rischiando di soffocare. Se l’è vista brutta un ex primario di un ospedale napoletano quando nel bel mezzo della cena in un ristorante di Roccaraso, è diventato cianotico in viso a causa di un boccone che gli era rimasto incastrato in gola. A salvarlo è stato l’intervento di una giovane odontoiatra che con estrema freddezza e professionalità, dopo aver tolto la dentiera al medico è riuscito a liberarlo dal cibo  rimasto  in gola. “Ho assistito e collaborato fin da subito alle operazioni di soccorso dell’anziano medico che conosco personalmente”, racconta il luogotenente dei carabinieri Domenico Cavalca che era presente in ristorante, “l’intervento della giovane odontoiatra che definirei un angelo, è stato provvidenziale. Altri sanitari si stavano alacremente prodigando per salvargli la vita, ma senza risultato. L’anziano medico non respirava più. Era in stato di incoscienza ed era cianotico. L’intervento della giovane odontoiatra,  capitato li per caso, gli ha salvato la vita”. “Senza esitare un attimo”, racconta Cavalca, “si è chinata sul medico parlandogli ad alta voce, e contestualmente con un intervento deciso gli ha aperto la bocca liberandolo dal cibo che gli impediva di respirare”. L’applauso liberatorio dei presenti nel ristorante ha accolto la fine di un incubo che stava per trasformarsi in tragedia.