CARUGNO (PSI): LICEO CLASSICO E POLO UMANISTICO IN CENTRO STORICO, PER RAVVIVARE IL CUORE DELLA CITTA’

Sul centro storico e le prospettive di rilancio e sviluppo economico e turistico interviene Massimo Carugno, dirigente del Partito socialista e pronto come candidato consigliere comunale a fare la sua parte, se eletto, in consiglio comunale. Il centro storico in questi giorni ferragostani appare vivo e con tanto movimento di gente, cosa ne pensa? “Non c”è dubbio che anche un gioiello, quale il nostro centro storico, vuoto e desolato è deprimente e scoraggia ogni attrattiva. Vederlo pieno di gente, in questi giorni ferragostani, è stata una gioia e una delizia per gli occhi e in una prospettiva di sviluppo turistico il ripopolamento del centro è un obiettivo necessario” risponde Carugno.  Quali i primi ingredienti per un ritorno del centro storico ad essere vivo tutto l’anno e non solo in alcuni periodi? “Credo che uno dei fattori che potranno ridare linfa al nostro centro è il ritorno della popolazione scolastica. Lo sblocco della questione “Liceo Classico”, a dispetto dei tanti trabocchetti e delle tante trappole che gli sono state improvvidamente tese, è una coccarda che l’amministrazione comunale uscente porta con merito e della quale può essere orgogliosa e fiera ma si potrebbe guardare oltre. Si potrebbe pensare di riportare tra le mura l’intero polo umanistico. Oltre il Liceo Classico, che tra un po’ finalmente tornerà a casa sua, anche il Liceo Artistico e l’intero Liceo delle Scienze Umane potrebbero trovare casa nel seducente profumo della nostra storia”. “Inutile anticipare soluzioni logistiche che comunque sin da adesso, in parte, già sono sotto gli occhi di tutti. Chiederemo al sindaco, che siamo certi sarà Andrea Gerosolimo, uno sforzo per realizzare questo obiettivo – conclude l’esponente Psi –
cominciamo a ridare al centro l”allegria festosa dei ragazzi, sarà una gioia per gli occhi e un motivo di ottimistica speranza perchè Sulmona ritorni a crescere”.

2 commenti su “CARUGNO (PSI): LICEO CLASSICO E POLO UMANISTICO IN CENTRO STORICO, PER RAVVIVARE IL CUORE DELLA CITTA’

  • 20 Agosto 2021 in 17:31
    Permalink

    Non siamo più disposti ad essere sedotti dalle sirene.
    Non crederemo alla rinascita del centro storico, con la riattivazione del liceo classico, della biblioteca , del Grancaffè, fino a quando non vedremo il miracolo.
    Ci siamo vaccinati anche contro le sirene.

  • 20 Agosto 2021 in 14:18
    Permalink

    I finora goffi motori politici tenuti in garage iniziano a fare qualche breve accensione, con qualche giro di prova, e questo articolo ne è “quasi” un mal esempio delle valanghe di fac-simile di schede elettorali, santini e programmi che inonderanno le cassette postali per l’appuntamento del prossimo ottobre.
    Ma devo dire questo è un “articolo” di programma al limite dell’intimidatorio… “farà se sarà eletto in consiglio comunale”, il che è semplicemente avvilente… quindi “prestare particolare attenzione sul dove si mette la croce” e io un ideuzza al riguardo l’avrei già pronta!!!
    Si parla di rilancio e sviluppo economico e turistico del centro storico… con il ritorno degli istituti scolastici… un vecchio cavallo di battaglia che viene ripreso a ritmi cadenzati, generalmente di lustro in lustro, ma anche alla bisogna, come nel caso specifico… e via, giù di lisciva classica latina, accompagnato da una spruzzatina di vena artistica e una più poderosa di scienza umanistica… ma dove tutto ciò? E qui è il trabocchetto.. tu lettore leggi ma non leggi, ma forse più leggi e non capisci, perché non devi capire, o chi lancia il messaggio non sa cosa rispondere, il tutto in un seducente olezzo che intorpidisce e stordisce ulteriormente l’elettore… ma pronta è l’illusiva risposta… il “futuro ex” regnante number 35 (e mi raccomando esclusivamente in inglese, in artichoke slang sarebbe incomprensibile ai più), che si sforzeràààà (si ma dove?) affinché il sogno diventi realtà, sempre che anche “egli” si presenti e sia eletto!!! Altrimenti addio sogni di gloria!!!
    Ma ahimè quanto sogni infranti in questa vallata… Potremo cambiarle denominazione in MURANO 2 e passare dall’oggi al domani a parlare e bestemmiare in veneto!

    Morale il tentato patto regionale/governo centrale gridato ai 4 venti poco meno di 2 settimane fa è pura carta straccia (ed è un bene) e si affilano le liste!

    Cari elettori, ragazzi e in particolar modo voi genitori che ne dovreste aver a cuore il loro avvenire… ATTENZIONE a che la PROMESSA “allegria festosa dei ragazzi”, non sia una gioia per i soliti (già accaduto), e non ripeta per gli occhi dei tanti, come da precedenti promesse di “5 anni orsono” (anch’esso accadimento già accaduto e “LA STORIA DOVREBBE INSEGNARE”), diventino nuovamente il pianto dirotto di intere famiglie che ne stanno espiando ancora la colpa da quel LUGLIO 2016 ANNUS HORRIBILIS e i cui STRASCICHI ECONOMICI, FINANZIARI E DI DIGNITA’ PERSONALE ANCORA SI FANNO SENTIRE… il tutto mentre il piano attuativo di costoro resta immutato nel metodo e nella sostanza!!!

I commenti sono chiusi