TRIBUNALI, CONSIGLIO ORDINE FORENSE: LA BATTAGLIA E’ DI TANTI PER TUTTI, NON DI QUALCUNO PER POCHI

“La battaglia in corso non è di qualcuno per pochi, ma di tanti per tutti”. A ricordarlo e ribadirlo è il Consiglio dell’Ordine forense di Sulmona riunito due giorni fa per programmare nuove iniziative di intensificazione dell’attività di sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini del Centro Abruzzo in vista della manifestazione del prossimo 14 settembre. “In sede parlamentare, il fronte politico dovrà continuare a dimostrare compattezza e determinazione, al fine di potersi pervenire, quanto prima, alla già riproposta proroga del termine, attualmente previsto al 14 settembre 2022, per la chiusura dei nostri Tribunali e, immediatamente dopo, alla definitiva salvaguardia della giustizia di prossimità nel distretto abruzzese” spiega il Consiglio forense. Inoltre il Consiglio dell’Ordine proseguirà in incontri ed interlocuzioni con tutti gli organismi rappresentativi di interessi collettivi, a cominciare da sindacati e associazioni di categoria e gli altri ordini professionali. “Stiamo vagliando il ricorso ad ogni canale utile (media e stampa locali, pagina Facebook e del Consiglio, manifesti, volantini, punti informativi) idoneo a veicolare, in modo chiaro e diretto, quali sarebbero, in concreto, i principali effetti negativi che scaturirebbero, per l’utenza, dalla eventuale chiusura del nostro Ufficio Giudiziario – precisa il Consiglio – Naturalmente, ogni iniziativa che andremo ad assumere sarà discussa ed attuata in coordinamento con il tavolo Ordini Forensi-Sindaci-Presidenti Province, istituito nei mesi scorsi per la salvaguardia di tutti e quattro i Tribunali subprovinciali abruzzesi, che si riunirà entro la prossima settimana”.

Un commento su “TRIBUNALI, CONSIGLIO ORDINE FORENSE: LA BATTAGLIA E’ DI TANTI PER TUTTI, NON DI QUALCUNO PER POCHI

  • 13 Agosto 2021 in 18:05
    Permalink

    Quante chiacchiere sterili, puerili e inutili.
    La battaglia, come avete detto è puramente politica, ed è l’unica cosa sensata detta.
    Si punta sempre alla “proroga della proroga, purché si proroghi”, passando poi “alla definitiva salvaguardia della giustizia di prossimità nel distretto abruzzese”, si “il caso Abbruzzese” e poi parlate di battaglia di tutti per i tanti, mentre mi sa proprio che sia la battaglia dei pochi per qualcuno.
    A cosa possa servire “l’ennesimo” sforzo divulgativo su “media e stampa locali, pagina Facebook e del Consiglio, manifesti, volantini, punti informativi”, per i cittadini e ancor di più per “gli organismi rappresentativi di interessi collettivi” è tutto da capire.
    La “GUERRA” è politica e dopo tante battaglie vinte, la prima sconfitta!

I commenti sono chiusi