TRAGEDIA DELLA STRADA, IL GIP CONVALIDA IL FERMO PER L’AUTOMOBILISTA DI ATELETA

Ha fatto scena muta davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sulmona, l’agricoltore che nella notte tra il 9 e 10 agosto ha tamponato, lungo la statale tra Ateleta e San Pietro Avellana, la moto sulla quale viaggiavano due fidanzati, di origine campana. Nel violento urto è rimasta uccisa la ventiseienne Floriana Carannante. Per l’uomo è stato convalidato il fermo, con gli arresti domiciliari. Il cinquantaduenne, Camillo Donatelli, ancora in stato di shock, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Per questo il giudice Marco Belli, vista l’ipotesi della guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, come hanno accertato i primi esami, ha confermato il fermo di polizia giudiziaria eseguito dai Carabinieri della compagnia di Castel Di Sangro ed ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo che era alla guida della motocicletta tamponata dall’Alfa 147 condotta dall’agricoltore di Ateleta è ricoverato nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Le sue condizioni restano particolarmente critiche ma non da suscitare eccessiva preoccupazione.