SUCCESSO DELLA MOSTRA SUL “VOLO SU VIENNA” A VITTORITO, RICORDATI IL GENERALE LUDOVICO E IL MILITARE MARTOCCHIA

Il Comune di Vittorito proroga una mostra commemorativa del grande poeta soldato Gabriele D’Annunzio nei giorni di venerdi 13 e sabato 14 dalle ore 17 alle ore 23. L’argomento della manifestazione sarà una rivisitazione dell’eroica e incredibile azione di guerra e propaganda compiuta volando su Vienna (9 agosto 1918) con l’intento di portare un messaggio di avvertimento e di pace preannunciante la nostra inesorabile, imminente Vittoria. L’episodio ebbe larga eco su nemici e alleati che ne rimasero attoniti e stupiti per l’ardimento dimostrato. I nostri aerei volarono impavidi, compiendo un raid di oltre 1000 chilometri, di cui 800 sorvolando incontrastati i territori nemici e sorvolando Vienna per oltre un’ora, lanciando non bombe ma manifestini di propaganda. Si articolerà descrivendo l’azione militare attraverso l’esposizione di documenti (lettere manoscritte autografe del poeta, foto e rapporti di volo, filmati). All’ingresso alcuni cenni sulla vita, le opere e la strabiliante carriera militare del poeta soldato. I documenti, concessi in prestito da parte di collezionisti privati, sono particolarmente suggestivi ed alcuni inediti. L’Amministrazione ha poi orgogliosamente inserito due camei. Uno su un grande aviatore, eroe di guerra pluridecorato, deportato in un lager nazista, che ha dato lustro a Vittorito, all’Abruzzo e all’Italia: il generale Domenico Ludovico. Oltre che soldato è stato cultore delle tradizioni italiane e storiografo delle genti italiche, raccontando dell’antica Corfinium come capitale della lega italica (rif. Là dove Italia nacque). L’altro a Gino Martocchia, di Vittorito, ragazzo del ‘99 che militò tra gli arditi della Prima Guerra nell’VIII Reparto d’Assalto e poi andò a Fiume a fianco di d’Annunzio. Alcuni altri documenti costituiranno un ulteriore suggestivo corollario composto da una serie di dediche autografe che il poeta dedicò alle sue ammiratrici. Tutto il materiale descrittivo e di commento alla mostra virtuale (didascalie, filmati e narrazioni) sarà declinato anche in lingua inglese. L’evento verrà ospitato nei locali della nuova scuola elementare di Vittorito, bella rivisi- tazione moderna del razionalismo italiano, volendo così sottolineare che quei locali sono il naturale involucro per custodire e tramandare le nostre tradizioni storiche e la tradizione culturale italiana, con particolare riguardo alle genti d’Abruzzo.