GEROSOLIMO E’ CANDIDATO SINDACO DEI CIVICI: IN SCENA IN PRIMA PERSONA E TUTTI INSIEME PROTAGONISTI

L’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo è il candidato sindaco del raggruppamento civico con sette liste in lizza. Una decisione arrivata nel tardo pomeriggio, a conclusione di ennesimi incontri, scambi di opinione, riunioni. Un fiume di parole ha preceduto in queste settimane la decisione dell’ex assessore regionale. Voci contrastanti e dubbi oggi dissolti. “Ho deciso di candidarmi alla carica di sindaco perché voglio assumermi la responsabilità in prima persona. Lo faccio perché sono innamorato di Sulmona e dei Sulmonesi ed ho tanta voglia di continuare ad ascoltare la gente in ogni luogo, nelle piazze e nelle strade ed anche nei bar”. Così Gerosolimo annuncia la sua candidatura. “Sono onorato della fiducia che hanno risposto in me le numerose persone che animano le nostre liste, insieme a loro,  stiamo preparando per Sulmona, Città territorio, una vera e propria rivoluzione, un programma di rilancio economico e sociale che coinvolgerà tutti – spiega Gerosolimo – Un elemento qualificante di questa “rivoluzione” sarà la “pacificazione” e lavorerò in ogni modo per far sì che in città si respiri un clima di confronto e non di scontro, lavorerò affinché ci sia un combattimento di idee e non di offese. In tal senso non posso che salutare con favore la candidatura a sindaco dell’amico Gianfranco Di Piero con cui ho condiviso anni di attività politica”. “Ora l’obiettivo è allargare il più possibile la coalizione affinché le tante risorse umane e professionali di questa città scendano in campo in prima persona. Il rilancio dell’economia e del benessere dovranno essere le direttrici che guideranno la rinascita del Centro Abruzzo e della nostra città che è un palcoscenico di straordinaria bellezza. Su questo palcoscenico, io ci metto la faccia in prima persona. Tutti devono essere protagonisti del cambiamento”.

Un commento su “GEROSOLIMO E’ CANDIDATO SINDACO DEI CIVICI: IN SCENA IN PRIMA PERSONA E TUTTI INSIEME PROTAGONISTI

  • 9 Agosto 2021 in 20:07
    Permalink

    Finalmente si è palesato, c’è la fatta, è lui il 4° candidato sindaco.
    E alla prima uscita, la prima delusione nel dichiarare di volersi ​assumere la responsabilità in prima persona, e cioè? È lui forse la vittima del sistema? O sta a indicare che la passata scelta fu sbagliata e scarica platealmente il suo “ex”? E le sue responsabilità da ex regionale le ha dimenticate del periodo 2014 / 2019?
    Ma della “Rivoluzione comunale del 2016” gridata ai 5 venti? Che ne è stato? I presupposti di oggi sono gli stessi del 2016, e sappiamo come è andata a finire, e vuol far credere che ora è solo ora sarà diverso?

    9
    3

I commenti sono chiusi