TRIBUNALI MINORI, IN SENATO AL VIA ITER DDL DELLA LEGA

” La Commissione Giustizia al Senato, presieduta da Andrea Ostellari ( Lega ), nel pomeriggio, ha incardinato il disegno di legge recante “Nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del pubblico ministero ‘ che mantiene in vita i tribunali minori della provincia dell’Aquila e di Chieti con la ripartizione delle  spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di custodia e vigilanza delle strutture a carico del bilancio della regione richiedente, mentre le spese per le retribuzioni dei magistrati, del personale amministrativo e di polizia giudiziaria restano a carico dello Stato “.Lo dichiarano Simone Angelosante ( Lega ), consigliere regionale e primo firmatario del progetto di legge, e Sabrina Bocchino ( Lega ), portavoce regionale del Carroccio e consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza, che proseguono:”Un’ulteriore dimostrazione della concretezza del Gruppo consiliare Lega Salvini Premier che, di concerto con i vertici nazionali,  è al lavoro per mantenere immutata la geografia giudiziaria regionale. Il DdL in questione rappresenta la giusta soluzione per superare le contrarietà tecniche avendo già raggiunto la sintesi politica” concludono.

Un commento su “TRIBUNALI MINORI, IN SENATO AL VIA ITER DDL DELLA LEGA

  • 4 Agosto 2021 in 11:04
    Permalink

    Queste iniziative sembrano portate avanti da persone disturbate di mente che hanno vissuto /costretti da un qualche impedimento della personalità/in un chiuso mondo fantastico come l’Abruzzo.La borse finanziarie non esistono più, il mercato di incontro tra la domanda e l’offerta è tutto interamente telematico globale ed in una sola connessione. Ciò forse significa che la giustizia e di secondaria importanza mentre é di primaria importanza l’economia e la finanza per andare così veloce al passo concorrenziale dei tempi. La riforma Cartabia non sembra proposta da una Milanese , perché come Piazza Affari che segue il ” Codice delle migliori pratiche” quale syntagma per ottenere i migliori risultati, (difatti la finanza si muove per intero in tempo reale) non ha proposto nulla in tal senso, come già una circoscrizione suppletiva nazionale solo telematica, se nel prossimo futuro non solo Sulmona ma tutti i Tribunali geografici ed in muratura, come per le borse mondiali, dovranno , per buon codice, trasferirsi tutti in rete dove si incontreranno accusa e difesa con il controllo del giudice così come si incontra domanda offerta con il controllo della Consob. Più o meno il futuro sarà così, ma non è possibile pensare in Italia con questa nostra Costituzione, che la Giustizia per l’alto concetto di umanità che irradia alla percezione dei cittadini democratici, sia meno importante della finanza perciò, tralasciata con le sue lentezze a marcia ridotta e magari come sfogo per l’Impiego di persone meno capacitive. Questo sembra che voglia proporre questo nuovo ddl ,il mantenimento di un passato ,gli uffici impiegatizi sub provinciale dopo impiegarci qualcuno e dargli un posto fisso come aiuto.

I commenti sono chiusi