ATTI VANDALICI, E’ SCONTRO MASCI-GEROSOLIMO

I graffi compiuti da ignoti vandali sull’auto dell’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo non hanno rigato solo la carrozzeria della Stelvio ma rischiano di segnare in profondo l’esordio della campagna elettorale. “Sono semplicemente basito dall’attacco gratuito dell’avvocato Vittorio Masci nei miei confronti. Gratuito perché prende le mosse da un fatto che dovrebbe semplicemente essere isolato e condannato dalla politica tutta, come del resto ha fatto qualche membro della sua coalizione – scrive l’ex assessore regionale sul suo profilo facebook – La violenza verbale e le accuse riportate nel suo comunicato stampa, oltre ad essere di particolare gravità, cosa di cui si occuperà l’autorità preposta, denotano nervosismo ed una totale assenza di lucidità necessaria per affrontare una campagna elettorale importante come quella che abbiamo davanti”. “Spero che il dibattito possa tornare nell’alveo del confronto delle idee e dei progetti nell’esclusivo interesse della città” conclude Gerosolimo.

Un commento su “ATTI VANDALICI, E’ SCONTRO MASCI-GEROSOLIMO

  • 27 Luglio 2021 in 10:18
    Permalink

    Ma che faccia ci vuole…
    Finora di certo è noto il modello dell’autovettura che è diventato il focus del fattaccio nonché di dominio pubblico, come a dire :”un giorno potrebbe essere tua… ora sai cosa fare… ricordatene per settembre”.
    Chi ignorava il modello di autovettura, ora lo sa… qualcuno ha azzardato l’idea che sotto vi sia una nuova campagna pubblicitaria di una nuova concessionaria locale e maliziosamente ne hanno azzardato anche il nome PrezzAlfa, o anche di “peggio” con un nuovo stabilimento e del quale si stanno già preparando i colloqui che partiranno nel mese di “ottobre”.
    Coerenza pari a zero quando si parla di isolare il fatto e di condanna da parte del mondo politico tutto… ma ci rendiamo conto di cosa si parla?
    Vogliamo far fare un’interpellanza in Consiglio Regionale con risposta scritta indirizzata al Presidente della Regione Abruzzo? Installiamo altre telecamere in città? Analizziamo tutti i video registrati (forse) e scoprire lo sfregiatore politico avversario? Facciamo tornare gli elicotteri a svolazzare sulla città e per non perderci l’occasione lanciamo anche dei fac-simile? È tutto possibilissimo!!!
    La verità, purtroppo è che si è peccato in ingenuità politica, non sapendo più cosa promettere e ancor peggio fare per salvare le mura del castello che presentano numerose crepe.
    Sta all’EX, se vuole, far tornare il tutto nella normalità, smettendola con le allusioni politiche su tutto…
    Più di cinque anni sono passati, i NON risultati politici, il degrado e l’incapacità amministrativa e purtroppo il DISAGIO SOCIALE DI UNA CITTÀ CADUTA NEL BARATRO sono sotto gli occhi e sulla pelle di tutti E SI CONTINUA SEMPRE CON LA STESSA MUSICA …. BASTA!

I commenti sono chiusi