TRASFERITO IL CAMORRISTA CHE AGGREDI’ IL POLIZIOTTO PENITENZIARIO

I due detenuti che provocarono terrore e malessere grave nel penitenziario sulmonese sono stati trasferiti in altro carcere. Ad annunciarlo, con tutta soddisfazione, è Mauro Nardella, segretario generale territoriale Uil Pa, ricordando che proprio il suo sindacato aveva chiesto con insistenza la UIL PA questo necessario provvedimento. Il primo detenuto trasferito è il camorrista che ha aggredito un assistente capo coordinatore colpendolo in pieno viso e costringendolo ad un  intervento chirurgico per ridurre le multifratture subite. Al riguardo la Uil nei giorni scorsi ha chiesto di rivedere la distribuzione del vino nei confronti dei detenuti. Il secondo detenuto trasferito è invece il collaboratore di giustizia  autore della fuga sopra i tetti del reparto della sua cella. Una vicenda risolta per l’intervento coraggioso del comandante della Polizia penitenziaria Sara Brunetti. “La Uil Pa ringrazia il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria per aver proceduto con l’azione amministrativa che si deve in questi casi auspicando che attraverso il potenziamento degli organici siano essi di polizia penitenziaria ( a Settembre giungeranno 32 nuovi agenti) che facenti capo alle Funzioni Centrali d egli eventi critici descritti non ne accadano più o quanto meno ne succedano sempre di meno” conclude Nardella.