CHALET S.ONOFRIO, LAVORI ULTIMATI PER GLI INIZI DI OTTOBRE

Proseguono i lavori per la riqualificazione del piazzale dello chalet di S.Onofrio, avviati lo scorso 25 giugno. “In questi giorni si sta lavorando ai gradoni e ai muri di contenimento e presto saranno fatte le fondamenta del piazzale e le reti paramassi” spiega l’architetto Giovanni Campagna, progettista e direttore dei lavori – appena sistemato il piazzale passeremo alla sistemazione dello chalet, che sarà rimesso a nuovo con impianti elettrici ed idrici. Se tutto andrà per il verso giusto per gli inizi di ottobre i lavori dovrebbero essere conclusi” precisa Campagna. Una stagione che si preannuncia molto difficile per l’eremo di Celestino, che resterà chiuso alle visite, così come il sito archeologico di Ercole Curino, il cui accesso è precluso proprio dai lavori in corso. “La priorità è proprio quella di ultimare il piazzale così da creare un passaggio per accedere all’area archeologica – sottolinea l’architetto, che sta cercando di convincere la soprintendenza per apportare una variante al progetto. “Vogliamo eliminare le tensostrutture che sono facilmente attaccabili da vandali e intemperie, sostituendole con strutture in legno, più resistenti e sicure” conclude Campagna. Una volta ultimati i lavori quest’area a servizio dell’eremo di S.Onofrio potrà essere un punto di informazione per i numerosi turisti e devoti che quotidianamente visitano i luoghi simbolici di Celestino V e questo in attesa dell’ultimazione del progetto che prevede la messa in rete di Campo 78 e l’Abbazia celestiniana e del sito archeologico per arrivare alla nascita di un polo storico, archeologico e religioso, che serva da attrazione per i turisti e per il rilancio economico del territorio.