LA REGIONE RICONOSCE IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE “LAGO SAN DOMENICO E LAGO PIO”

Il riconoscimento, con deliberazione di giunta regionale, del Centro di Educazione Ambientale “Lago di San Domenico e Lago Pio” quale CEA di interesse regionale costituisce la certificazione di un processo informativo e di sensibilizzazione ambientale di assoluta qualità ed apre le porte ad un ulteriore sviluppo dei processi educativi e la partecipazione a bandi ed avvisi regionali e nazionale nelle materie dedicate. “La deliberazione della giunta regionale rappresenta un riconoscimento istituzionale ai programmi educativi e di sensibilizzazione realizzati nel corso degli anni presso la Riserva Naturale Regionale “Lago di San Domenico e Lago Pio” di Villalago e nell’intero comprensorio” – ad affermarlo è la Coordinatrice delle Attività della Riserva e referente del CEA Silvia Di Paolo che poi prosegue “Un insieme di iniziative di assoluto rilievo che, in vista dell’ottenimento della certificazione, abbiamo sempre inteso parametrizzare agli indicatori dell’Infea regionale e modellare sui Piani e Programmi europei e nazionali di settore”.”Raggiunto il risultato occorrerà mantenere il requisito e per farlo, già nel corso di questa estate con l’organizzazione di numerosi laboratori didattici Outlook, abbiamo inteso dare soddisfazione ad uno dei 17 goal dell’Agenda 2030, e più in generale alla Strategia Nazionale e Regionale per lo Sviluppo Sostenibile ed alla Strategia per la Biodiversità, disciplinata dall’Obiettivo 4 “Istruzione di qualità” delinea in modo esemplare l’esigenza di promuovere politiche attive finalizzate ad un’educazione qualità, equa ed inclusiva con una diffusione dei processi di apprendimento volti a ridurre la povertà educativa ed a diffondere la partecipazione per la crescita di una nuova coscienza ambientale e di partecipazione collettiva”.”Ed inoltre – ha dichiarato la Coordinatrice – tutto questo accade nel momento dell’avvio della transizione ecologica e dei programmi del PNNR che focalizzano ed identificano i processi di confronto e di gestione pattizia come fondamentali per la maturazione di modelli di corresponsabilizzazione gestionale e di condivisione della Governance dei territori in un’ottica di sostenibilità competitiva e di prossimità”.”Una splendida opportunità ed occasione per la quale ci siamo attrezzati con i mezzi e le competenze occorrenti ed ora con il prestigioso riconoscimento” – ha continuato la Di Paolo che nel concludere sottolinea “Esprimiamo, quindi, grande soddisfazione e ringraziamo la Giunta Regionale ed il Servizio Regionale di competenza per l’attribuzione di questa certificazione che ci consentirà di partecipare a bandi ed avvisi pubblici con importanti ricadute sia sotto il profilo della formazione e qualificazione del capitale umano e sia sotto l’aspetto dell’acquisizione delle risorse necessarie all’acquisto di beni strumentali e di nuove opportunità di lavoro. Si apre, dunque, un nuovo scenario che ci vedrà partecipare anche a bandi della Presidenza del Consiglio dedicati alla povertà educativa ed alla presentazione di progetti volti all’ attuazione del PNRR. Uno sguardo rivolto al futuro con radici territoriali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *