NASCE L’UFFICIO UNICO DI PROGETTAZIONE PER LA COESIONE TERRITORIALE

Nasce l’Ufficio Unico di Progettazione, istituito dal Comune di Sulmona in convenzione con gli altri sindaci, quale strumento concreto di coesione territoriale, per cogliere le prossime importanti sfide e attrarre finanziamenti e opportunità da PNRR, Regione ed Europa. Lo ha annunciato il sindaco Annamaria Casini, a conclusione dell’ interessante evento che si è svolto oggi, in diretta streaming, denominato “Orizzonti Comuni. Grande soddisfazione al riguardo ha espresso lo stesso sindaco. Dalla Carta delle Valli linee per lo sviluppo e la coesione del Centro Abruzzo”, a conclusione del progetto progetto MITO, finanziato dal POR FSE Abruzzo 2014-2020, che ha visto protagonisti in coesione 14 comuni del centro Abruzzo con Sulmona capofila: Anversa, Scanno, Villalago, Pratola Peligna, Corfinio, Raiano, Prezza, Pettorano sul Gizio, Roccapia, Cansano, Campo di Giove, Cocullo, Introdacqua e Bugnara. Nel corso del proficuo incontro è stato presentato l’Ufficio Unico di Progettazione, istituito dal Comune di Sulmona in convenzione con gli altri sindaci, quale strumento concreto di coesione territoriale, per cogliere le prossime importanti sfide e attrarre finanziamenti e opportunità da PNRR, Regione ed Europa. In 5 webinar, moderati in due sessioni dai giornalisti del Corriere della Sera, Giuseppe Guastalla e Mario Sensini, sono state presentate le linee di sviluppo strategico della “Carta dei Comuni delle Valli” direttamente dai sindaci, raccogliendo i contributi dei vari relatori particolarmente qualificati, che di fatto hanno fornito numerosi spunti e indicazioni su come proseguire il percorso avviato, nei prossimi strumenti di programmazione. Un incontro proficuo, che apre di fatto una nuova fase del progetto di coesione che si allarga a tutto il Centro Abruzzo. “Siamo sulla strada giusta, ma ora si apre una nuova fase per raggiungere i risultati. Raccoglieremo i contributi di oggi per arricchire la “Carta dei Comuni delle Valli” e i 5 webinar diventeranno 5 tavoli tematici per approfondire i temi e produrre progetti – ha sottolineato Casini -L’Ufficio appena costituito dovrà ampliare la capacità di governo e progettazione di interventi concreti da parte dei sindaci del territorio, che hanno lavorato insieme in questi anni e che ringrazio per il fattivo coinvolgimento, anche con nuove risorse attrarre finanziamenti. Oggi la responsabilità di promuovere lo sviluppo è ancora più alta e riguarda l’intero sistema locale perché tutti siamo chiamati a fare la propria parte, superando localismi e sterili protagonismi a favore del bene comune”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *