NASCE A SULMONA IL CENTRO TECNO-ALGOS PER LA RICERCA E CURA DEL DOLORE CRONICO (video)

Una struttura all’avanguardia, che nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Isal e la Casa di cura San Raffaele, il Centro Tecno-Algos, è stata presentata questa mattina nell’auditorium del centro pastorale diocesano. Il centro si occuperà di ricerca e cura del dolore cronico, derivante da neuromielolesione. Tredici milioni di italiani ne soffrono e quattro milioni non riescono ad avere le cure necessarie. Ed è per questo che occorre un forte investimento nella ricerca scientifica per trovare le cure adeguate a garantire sollievo ai pazienti. Il centro Tecno-Algos intende tracciare una strada del tutto nuova, nel percorso di cura dei malati in trattamento di riabilitazione. Nel corso del convegno il sindaco Annamaria Casini ha lanciato la proposta di dotare Sulmona di un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, nell’ambito del riordino della sanità regionale. Proposta rivolta in particolare al vice presidente del Consiglio regionale, Roberto Santangelo, ospite dell’incontro. Nell’auditorium si sono poi succeduti gli interventi di Gianvincenzo D’Andrea, vice presidente della Fondazione Isal, Massimo Fini, direttore scientifico dell’Irccs San Raffaele, Giorgio Felzani, primario dell’Unità spinale della casa di cura San Raffaele. In videocollegamento sono intervenuti William Raffaeli, presidente Isal, Vanni Caruso e Valentina Malafoglia, ricercatori, Vincenzo Palmieri, direttore dell’Unità di Terapia del dolore dell’Asl di Benevento e gli ambasciatori Isal, la cantautrice Teresa De Sio e l’attore Gabriele Cirilli.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *