GRANDE FESTA PER L’ARRIVO A SULMONA DELL’ORIENT EXPRESS, IL TRENO DELLA DOLCE VITA (Video)

Bagno di folla per l’arrivo a Sulmona dell’Orient Express ribattezzato per l’occasione “Il treno della Dolce vita”, in virtù del nuovo progetto presentato il mese scorso a Roma. Un progetto che vuole portare sulle rotaie una nuova forma di turismo slow di grande qualità, che permette di riscoprire il piacere di affacciarsi dal finestrino per ammirare le bellezze del nostro Paese, dalle grandi città d’arte alle piccole province. L’ itinerario di oggi unisce Roma e Roccaraso attraverso i luoghi incontaminati e gli angoli più suggestivi del Parco della Maiella. Gli stessi percorsi dalla Transiberiana d’Italia, il treno d’epoca che grazie a una geniale intuizione dell’allora presidente del Parco Franco Iezzi, è diventato dal 2014 uno dei mezzi più efficaci per la promozione e la valorizzazione turistica ed economica del territorio. Il treno della dolce vita è partito questa mattina dalla stazione di Roma Termini alle ore 7.45 dal binario 22 con in testa la locomotiva E.656.023 della Fondazione FS. Il convoglio ha toccato le stazioni di Guidonia-Montecelio Sant’Angelo (ore 8.18) e Tagliacozzo (ore 9.25) per arrivare a Sulmona attorno alle ore 11,00, con qualche minuto di ritardo rispetto al programma. Ad attenderlo centinaia di curiosi che hanno voluto immortalare con telefonini e apparecchi lo storico evento. Da Sulmona il convoglio è poi ripartito verso Roccaraso per un viaggio promozionale. L’Orient Express ripartirà poi alla volta di Roma Termini alle ore 16.08 da Roccaraso per giungere a destinazione alle ore 21.00, sostando nelle stazioni di Collarmele (ore 18.29) e Roviano (ore 19.37), giusto in tempo per permettere ai viaggiatori di poter assistere alla finale europea tra Italia e Inghilterra. L’elegante convoglio è passato alla storia anche per romanzi e film gialli in esso ambientati. Leggendario il romanzo “Assassinio sull’Orient Express”, tra i più famosi gialli di Agatha Christie. “Il treno di Agatha Christie arriva in Abruzzo grazie alla Fondazione Fs per un’iniziativa di lancio per coniugare la bellezza del viaggio con il treno della Dolce vita”, ha dichiarato il presidente della Fondazione F.S. LUIGI Cantamessa. “Un treno di lusso con suite, ristoranti che attraverserà tutta l’Italia inerpicandosi anche sulla Maiella. Oggi è solo l’assaggio di quello che succederà con il treno della Dolce vita”. Diversi sono infatti i punti di forza e le eccellenze del Bel Paese che questo progetto intende valorizzare: dalla progettazione delle carrozze, il cui design è curato dal milanese Dimorestudio e i cui interni trasudano made in Italy di altissima qualità – dai dettagli in cuoio dei maestri umbri ai vetri di Murano ai bagni in marmo di Carrara – all’offerta gastronomica di bordo, che mirerà a coniugare l’alta cucina dei maggiori chef italiani, alle bellezze paesaggistiche di città e borghi d’Italia. Sono dieci al momento gli itinerari: Milano e Cortina attraverso la via del Brennero e le vie dell’Amarone, il capoluogo lombardo e Portofino passando per i vigneti del Monferrato e i luoghi del tartufo, Roma e Tarquinia passando per la Val d’Orcia e la via Tirrenica, la Città Eterna e Matera, la Transiberiana d’Italia nel Parco Nazionale d’Abruzzo e la ferrovia del Gargano, Palermo e Trapani lungo la costa occidentale della Sicilia. Signori in carrozza…

 

 

 

 

 

Anche questo …-Sul treno della Dolce vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *