“JAMM MO'”, NUOVO BAR IN CENTRO NEL SEGNO DELLA RINASCITA E DELLA “SULMONESITA'”

“Jamm mo’ è il nome del nuovo bar aperto, in Largo degli Orefici, davanti alla fontana del Vecchio, l’antico “vaschione”, evocando i moti sulmonesi come auspicio di rinascita e ripartenza della città, dopo la lunga emergenza pandemia. Titolari del nuovo locale sono Gabriele Della Valle e Federica Petrilli, con alle spalle l’esperienza di gestori di ristorante pizzeria. “In tre mesi di lavoro abbiamo rinnovato e messo su questo nuovo locale – dice Federica Petrilli – abbiamo pensato al nome come sollecitazione e incoraggiamento ad investire in questa città, nel centro storico, per la sua rinascita e per restare a vivere qui a Sulmona”. “Non è un nome da rivoluzione – tiene a sottolineare la titolare – la vera rivoluzione è cogliere le opportunità, che nascono anche da un dialogo, da un incontro, da una riflessione”. E la “sulmonesità” del nuovo bar è rivelata anche da aperitivi preparati con prodotti solo locali. “Il nostro aperitivo per eccellenza è lo sdijune, un termine che tanto tempo fa indicava lo spuntino che facevano gli agricoltori di ritorno dal lavoro, per cominciare a saziare l’appetito – precisa Federica Petrilli – vogliamo quindi restare nel solco della tradizione gastronomica sulmonese e abruzzese”. Come pure altra novità, nel segno della sulmonesità, è quella della possibilità data ai clienti di riempire la piccola brocca che trovano sul tavolo con l’acqua da attingere direttamente al “vaschione”. “Perderemo qualche euro ma ne guadagneremo in emozione” si legge sul cartoncino posto accanto alla brocca. E poi “Chi nen beve l’acqua allu vaschione nen è degne de Sulmone”, come recita un antico detto popolare. Poi per un caffè veloce, sulla piccola piazza che accoglie i tavoli del bar, è stata aperta una piccola finestra. Accanto al bar un altro locale, degli stessi gestori, ospita invece un laboratorio gastronomico. “Questo laboratorio lo abbiamo pensato invece come veicolo di promozione della gastronomia tipica sulmonese – spiega ancora Federica Petrilli – in questo locale faremo cucina tipica per avvicinare turisti e show cooking”. Insomma bar e laboratorio, porta a porta, per valorizzare i prodotti locali ed esaltare la sulmonesità…..Jamm mo’.