E’ DI INTRODACQUA IL “BUON OLIO PELIGNO” 2021

L’olio prodotto da Wilma Rosato, di Introdacqua, molito dal Frantoio Ansape di Raiano, ha vinto l’edizione 2021 di Frantolio, il “Concorso del Buon Olio Peligno”, svoltosi sabato scorso ad Introdacqua, in piazza Attilio Susi. Dietro di lei, nell’ordine, si sono classificati Loreto Colella, Antonio Golini, Antonio Di Pietro e Gabriele Santucci. Tra i frantoi, affermazione dell’impianto raianese dell’Ansape, con tre premiati, seguito dal frantoio vittoritese della Cooperativa Albanuova. Marino Giorgetti, il funzionario della regione che ha diretto il panel di Assaggiatori, ha segnalato, accanto ai vincitori, altri cinque olii meritevoli, a dimostrazione di un generale miglioramento della qualità. Complessivamente al concorso di quest’anno, basato sul prodotto dell’annata 2020, hanno partecipato 43 produttori, che in un anno di crisi come quello alle nostre spalle, non sono pochi. Nel dibattito che ha preceduto la premiazione sono intervenuti, oltre al sindaco di Introdacqua, Cristian Colasante, Andrea Ramunno per la Provincia; la preside dell’istituto scolastico A. Serpieri, Cristina Di Sabatino; il direttore della Banca di Credito Cooperativo di Pratola Peligna, Silvio Lancione; il direttore della Coldiretti ; il presidente dell’Associazione Rustica & Gentile, Franco Volpe. Momento centrale del dibattito il dialogo tra Antonio Ricci, Funzionario dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione, ed il professor Emanuele Bernardi dell’Università La Sapienza di Roma, sui contenuti del libro “La storia della Coldiretti negli anni del dopoguerra”, edito da Donzelli. Il prof. Bernardi, dalla storia condita di episodi interessanti e gustosi, si è soffermato sull’attualità con l’analisi delle opportunità offerte dal Pnrr del Recovery Fund Italia come “…opportunità da non perdere, al pari di quello che fu in piano Marshall nel dopoguerra”. Per il 2022, che si preannuncia come una annata di forte ripresa della produzione olivicola, non è stato ancora fissato il paese che ospiterà la XVI edizione del concorso. “Ci penseremo nei prossimi mesi – ha spiegato il presidente di Rustica & Gentile Franco Volpe – Quello che è certo è che, dopo tre lustri di Frantolio, la manifestazione mostra le prime rughe. Bisogna ripensare la formula e lo svolgimento, ascoltando il suggerimento dei produttori e dei frantoiani ed introducendo le necessarie innovazioni.
Sperando finalmente di lasciarci definitivamente la pandemia alle spalle per avere la grande partecipazione
che ha caratterizzato il concorso fino al 2019”. Nel corso della manifestazione è stata rinnovata la convenzione tra l’Associazione Rustica e Gentile e L’istituto Scolastico “A. Serpieri” sede di Pratola Peligna sul monitoraggio della mosca e malattie dell’olio . L’evento conclusivo di sabato 3 Luglio è stato preceduto, Venerdì 2, nella sala consiliare del Comune, dalmini corso destinato alla conoscenza ed all’assaggio dell’olio tenuto dal medico e ricercatore dottor Lorenzo Palazzoli.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *