S.FRANCESCO DI PAOLA, CELEBRAZIONE INAUGURALE PER LA CAPPELLA DELLA DEPOSIZIONE

Torna alla luce una piccola ma importante parte della storia della chiesa di San Francesco di Paola, con la “Deposizione di Cristo dalla Croce”, dipinto murario di epoca sei-settecentesca che restaurato sarà benedetto e inaugurato domani, domenica 4 luglio, alle 11, nell’ambito della tradizionale festa dedicata a San Francesco di Paola. Il restauro dell’opera è stato presentato questa mattina dal parroco fra Nicola Galasso, dall’architetto Gaetano Pagone, dal presidente della Fondazione Carispaq, Domenico Taglieri, dal maestro Paolo Cui, dall’imprenditore Marcello Cantelmi e da fra Nello Greco. La cappella che accoglie il dipinto murario, un tempo adibita ad ospitare la centrale termica, torna dunque alla luce con il contributo di ventimila euro della Fondazione Carispaq. Il dipinto sarebbe stato parte di una serie che rappresentava i momenti salienti della Passione di Cristo. “E’ stata sicuramente un’opera di restauro impegnativa e con i promotori dell’impresa abbiamo condiviso passo dopo passo il restauro compiuto” ha sottolineato Paolo Cui, presidente del Consorzio Artigiano Arcovaleno. Intanto il presidente della Fondazione Carispaq, Taglieri, ha annunciato che è suo intento proporre un contributo anche per riportare alla luce la chiesa di S.Maria delle Grazie, sulla quale è stata poi costruita l’attuale chiesa di S.Francesco di Paola. “Con il nostro contributo abbiamo inteso segnare la ripartenza anche della cultura – ha concluso Taglieri – ritenendo che la storia della città passi anche per queste opere solo all’apparenza piccole ma che rivestono invece grande valore e pregio”. Gratitudine per quanti si sono adoperati per il restauro hanno espresso l’architetto Pagone e il parroco fra Nicola.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *