AGENTE DISTACCATO IN SCUOLA DI FORMAZIONE, ESPLODE LA PROTESTA DEI SINDACATI PENITENZIARI

I sindacati della polizia penitenziaria insistono sulla carenza di organico nel carcere di Sulmona ma l’amministrazione penitenziaria dispone il distacco di un’agente nella scuola di Polizia Penitenziaria ed esplode la protesta dei rappresentanti locali della maggioranza dei sindacati di categoria. In una missiva inviata ai vertici dell’amministrazione penitenziaria i sindacati hanno espresso il loro sdegno per la decisione, che ha suscitato rimostranze nelle fila dei baschi blu sulmonesi. “Soprattutto va considerato che la decisione è stata presa in piena emergenza per il carcere peligno e culminata in manifestazioni di protesta volte a sensibilizzare una forte presa di posizione da parte degli uffici competenti” precisano le organizzazioni sindacali. Anche per questo motivo mercoledì 23 giugno, in occasione della manifestazione regionale che si terrà dinanzi il palazzo della Regione all’Aquila, i sindacalisti faranno sentire il loro grido di rabbia.