RAMUNNO: RIFIUTI ALL’ANNUNZIATA, LE MIE PROPOSTE RIMASTE INASCOLTATE

La soluzione al problema del tappeto di rifiuti che nella notte del sabato i giovani frequentatori della cosidetta movida sulmonese lasciano lungo le gradinate di palazzo Annunziata sarebbe a portata di mano, non così difficile da trovare, come si pensa. A sostenerlo è il consigliere comunale Andrea Ramunno, anche lui impegnato nel confronto che da questa mattina, alla visione dell’indecenza di quello che accade nel sabato notte, e non solo in fatto di rifiuti, anima il dibattito sui social. “In questi anni da consigliere comunale ho chiesto più di una volta delle cose semplici che potevano in parte risolvere il problema, vivendolo io stesso: aumentare il numero di cestini a disposizione, evitare lo spegnimento delle luci troppo presto (al buio ci si sente legittimati a fare tutto), sensibilizzare i locali.
Nulla è stato fatto, troppo difficile” scrive Ramunno. E premette che comunque non accetta che un fatto riprovevole, come quello della pessima educazione dimostrata da chi abbandona rifiuti ovunque, venga utilizzato per sfogare un moralismo inutile contro l’intera popolazione giovanile. “Io da giovane etichettato con i peggiori aggettivi non mi sento bene e non riesco a stare in silenzio perché venti incivili non rappresentano i giovani di questa città” conclude Ramunno.

2 commenti su “RAMUNNO: RIFIUTI ALL’ANNUNZIATA, LE MIE PROPOSTE RIMASTE INASCOLTATE

  • 28 Giugno 2021 in 11:36
    Permalink

    a ramu’ meglio le macchine…….

  • 20 Giugno 2021 in 16:42
    Permalink

    Ah ramù,..ma stai ancora con sta maggioranza inutile…ora pure criticona ,che nn sa dare nemmeno uno straccio di esempio ai giovani..(amministrando con un po’ di cervello),non da nulla e pretende pure…nn ci si può credere come ragionano questi…100 giorni all’alba.. e finiremo di tapparci il naso…

I commenti sono chiusi