SINDACO DI NINO: QUARTO ANNO DELLA NOSTRA AMMINISTRAZIONE, ABBIAMO LAVORATO ANCHE IN PIENA PANDEMIA

“Abbiamo lavorato senza soste per il nostro paese, anche in piena pandemia”. Lo sottolinea il sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino, allo scoccare del quarto anno concluso di amministrazione comunale da lei guidata. “L’inizio dei lavori per lo sblocco della strada da Valle Madonna a via Cerrano, l’affidamento della gestione della struttura sportiva denominata “Campetto Rosso”, la spinta ulteriore al recupero del disabitato con il progetto “Case a 1 euro a Pratola Peligna”: sono alcuni dei principali obiettivi raggiunti dall’Amministrazione Di Nino in questo quarto anno di mandato, caratterizzato dallo scoppio della pandemia”, rileva Di Nino, tracciando un bilancio del lavoro finora svolto dagli amministratori comunali. “Per il primo risultato, l’amministrazione ha reso operativo un finanziamento di circa 500 mila euro fermo da anni al Ministero, avviando rapidamente le procedure per i lavori di un intervento strategico. Il “Campetto Rosso” sarà invece riqualificato e reso un luogo moderno e accogliente per i giovani. Le prime abitazioni fatiscenti, messe a disposizione dai proprietari non più intenzionati a investire sugli immobili, sono state già acquistate per restituire al centro storico il decoro necessario. La ricostruzione post sisma è proseguita con la stessa intensità dei tre anni precedenti: i cantieri in paese ne sono la prova inconfutabile.
In questo anno di mandato, i progetti presentati dall’Amministrazione comunale hanno ottenuto una serie di finanziamenti, frutto di un’accurata attività di programmazione. Si parte dal finanziamento di 230 mila euro dalla Regione per la viabilità rurale e forestale, seguìto da un altro pari a 60 mila euro per la mitigazione del dissesto idrogeologico nel percorso verso il Colle delle Vacche, ai quali vanno aggiunte nuove risorse regionali, pari a 40 mila euro, per il muro di contenimento del dissesto nell’area tra la Villetta comunale e via delle Rimembranze. Dal bilancio regionale ecco altri 85 mila euro per l’area sosta camper e il restauro della fontana monumentale di piazza Garibaldi.
Un altro progetto di riqualificazione dell’arredo urbano è partito con i lavori sul recupero dello storico acquedotto municipale, finanziato grazie ai 100 mila euro ottenuti dalla Regione per chiudere nei prossimi mesi anche altre due operazioni: il miglioramento dell’area verde e degli arredi tra Via Carso e Via Levante e l’abbellimento di Piazza Madonna della Neve”. Inoltre l’amministrazione ha lavorato per il recupero del palazzetto dello sport e la piscina comunale, che erano in abbandono da decenni. Interventi importanti sono stati compiuti anche con la riqualificazione e ristrutturazione del cimitero comunale. Interventi riguarderanno anche il cimitero di Bagnaturo. Alla piena funzionalità è stata restituita anche la Casa del Pellegrino. Manutenzione delle strade: a luglio dello scorso anno i lavori hanno riguardato via Degli Appennini e via Santa Liberata, via Gramsci, Piazza Indipendenza e via Del Corso; successivamente, sono stati eseguiti quelli su via Matteotti, vico Dentone, vico Pietrafitta, via Colella, via Vecchia per Sulmona e via Spinelle, per arrivare alla realizzazione del nuovo manto stradale tra Via De Gasperi e via Circonvallazione Occidentale. All’inizio dell’anno è stato approvato anche il regolamento per la disciplina della videosorveglianza nel territorio comunale. Già in itinere e in via di definizione l’ampliamento della pubblica illuminazione e l’estensione della rete gas metano. Per il terzo anno consecutivo, il Comune di Pratola Peligna è stato il primo classificato tra i comuni abruzzesi sopra i 5.000 abitanti per la percentuale, l’81,1 per cento, della raccolta differenziata. Il nuovo riconoscimento di Legambiente, esteso alla comunità pratolana, conferma l’efficacia della politica dei rifiuti portata avanti dall’Amministrazione che ha portato anche alla riduzione della Tari. Nell’ambito dei molteplici interventi sulle politiche sociali, l’Amministrazione comunale ha predisposto dal 1 gennaio scorso, e per gli anni successivi, un contributo per il buono mensa degli alunni di Bagnaturo di Pratola che frequentano la scuola dell’infanzia e della primaria ubicate a Bagnaturo di Sulmona, che pagano la retta più alta dei non residenti. L’acquisto del nuovo scuolabus, del risciò per i ragazzi del Centro per l’Autismo e del Centro Psichiatrico, la partecipazione al progetto “Facciamo Rete per gli Anziani” sono alcune delle altre iniziative promosse in questo settore. Sbloccata anche la vicenda della Residenza per anziani. “Il quarto anno di mandato è stato fortemente caratterizzato dallo scoppio della pandemia, che nella seconda ondata ha colpito in maniera particolare anche il nostro comune, posto in zona rossa dal 17 marzo fino al 9 aprile scorso. Nella prima fase, l’Amministrazione comunale è intervenuta con le agevolazioni sull’IMU per le categorie più esposte e con l’abbassamento della Tari per le utenze non domestiche, informando sempre in tempo reale i cittadini sui provvedimenti del governo. Il 17 febbraio scorso, il Comune di Pratola Peligna è stato il primo, sul territorio, a consentire l’avvio della campagna vaccinale con la scelta della struttura dell’ex Giudice di Pace, prima dell’apertura del Centro vaccini nella palestra dello Stadio “Ricci”. Anche l’organizzazione dei diversi screening di massa hanno visto l’Amministrazione comunale intervenire sempre con puntualità ed efficacia – conclude il sindaco – Nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, il lavoro è andato avanti sostenuto da importanti risultati. Fatti e programmazione hanno camminato spediti anche in questo quarto anno di mandato”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *