SULMONESE SORPRESO CON PIANTE DI MARIJUANA IN CASA, IL GIUDICE LO ASSOLVE

Gli avevano trovato quattro piante di canapa indiana nascoste nella sua abitazione. Oggi il gup del tribunale di Sulmona Marta Sarnelli, nel corso del processo con rito abbreviato, lo ha assolto perché non ha ritenuto che le piante fossero destinate allo spaccio ma erano per uso personale. Protagonista della vicenda il sulmonese Franco Spinosa di di 43 anni. L’uomo era stato fermato nel 2018 dalla Guardia di Finanza, nell’ambito dei controlli per la repressione del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di una perquisizione domiciliare le Fiamme Gialle avevano trovato quattro piante di marijjuana oltre a un bilancino di precisione, lampade e materiale per il confezionamento della sostanza.  Per la procura si trattava di una piccola fabbrica di stupefacenti tanto che oggi, donati al gap, ha chiesto per l’imputato quattro anni di reclusione. La difesa ha invece puntato tutto sulla coltivazione domestica della sostanza e sul modesto quantitativo di sostanza stupefacente ricavabile dalle quattro piante sequestrate, le rudimentali tecniche adoperate e la mancanza di qualsivoglia indice che potesse farne presupporre la destinazione a terzi. Il giudice Sarnelli ha dato ragione alla difesa mandando assolto l’imputato.