SINDACO DI NINO: PER TRIBUNALE OCCORRE UN PASSO IN PIU’, ANDARE OLTRE LE PROROGHE

Andare oltre le proroghe, per ottenere il salvataggio dei tribunali abruzzesi. Lo sostiene Antonella Di Nino, sindaco di Pratola Peligna. “Siamo a un punto cruciale nella vicenda che riguarda il Tribunale di Sulmona, a quasi nove anni dal decreto legislativo che ne ha stabilito la chiusura insieme ai presìdi di Avezzano, Vasto e Lanciano. Se ottenere la nuova proroga è nell’immediato obiettivo rilevante, è chiaro che la partita decisiva che si gioca a Roma sulla salvezza del Tribunale richiede subito la definizione del passo in più – precisa il sindaco – Le ragioni a favore del nostro presidio di Giustizia sono note e stringenti da sempre. I parlamentari facciano la loro parte”. Il Tribunale di Sulmona è stato inserito tra quelli da sopprimere nel decreto legislativo del 7 settembre 2012, soggetto poi alle due proroghe, entrambe di 3 anni, legate agli effetti del sisma del 2009, alla nuova proroga per gli eventi sismici del centro Italia del 2016 e 2017 e alle ultime due (inserite nella legge di Bilancio per il 2019 e al decreto Milleproroghe per il 2020) che ne hanno infine differito la chiusura al 14 settembre 2022.