APPALTI SANITA’, INDAGATA LA DIRIGENTE REGIONALE DANIELA VALENZA

Nuovi sviluppi nell’inchiesta della Procura di Pescara sui presunti appalti truccati a favore dell’imprenditore della sanità Vincenzo Marinelli. E’ indagata la dirigente regionale Daniela Valenza, avvocato sulmonese e commissario straordinario dell’Agenzia regionale di informatica e committenza (Aric), la centrale unica degli acquisti della Regione. L’inchiesta, condotta dal pubblico ministero Andrea Di Giovanni, ha già coinvolto una ventina di esponenti della politica regionale, tra cui il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, di Forza Italia, il capogruppo di Forza Italia Mauro Febbo,  il consigliere regionale della Lega, Sabrina Bocchino, il capogruppo del Pd Silvio Paolucci, l’ex parlamentare e consigliere comunale a Chieti Fabrizio Di Stefano, candidato sindaco alle ultime elezioni comunali. Tra questi Febbo sarà ascoltato domani in Procura. La dirigente indagata ha subito una perquisizione negli uffici regionali. Come riportato questa mattina da Il Messaggero e Il Centro all’avvocato Valenza viene contestata l’ipotesi di turbata libertà nella scelta del contraente, nell’ambito di un appalto, non ancora affidato, per il servizio di pulizia e sanificazione dei presidi ospedalieri e delle strutture territoriali della Asl di Pescara, gestito dall’Aric.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *