TRIBUNALI DA SALVARE, C’E’ ANCHE UN SUBEMENDAMENTO DI COSTA (AZIONE)

C’è anche un subemendamento a firma dell’onorevole Enrico Costa di Azione, tra gli emendamenti presentati dai parlamentari abruzzesi alla Legge di conversione del Decreto Proroghe che sarà discusso inizialmente alla Camera nei prossimi giorni, nei quali si chiede la proroga a settembre2023 della chiusura dei tribunali minori delle circoscrizioni di L’Aquila e Chieti. L’interessamento di Costa per i Tribunali minori abruzzesi, ed in particolare di quelli di Avezzano e Sulmona, è stato sollecitato dal coordinatore regionale di Azione Giulio Cesare Sottanelli, a seguito di una dettagliata relazione a firma del coordinatore provinciale Azione L’Aquila, nonché consigliere
dell’Ordine degli Avvocati di Avezzano, Giovanni Fracassi e del consigliere comunale di Avezzano e Presidente della Camera penale di Avezzano, Gianluca Presutti, sulle ripercussioni economiche e sociali che scaturirebbero da questo provvedimento. “Ricordiamo che, in base al Decreto Legislativo 155 del 7 settembre 2012, è prevista la riforma delle circoscrizioni giudiziarie, con la soppressione dei presidi non ricadenti nei capoluoghi di provincia. In Abruzzo i
tribunali interessati sono quelli di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto. A seguito di una serie di proroghe, dovute principalmente alla precarietà conseguente il devastante terremoto del 2009, si è giunti al termine ultimo di settembre 2022. Per questo, diversi deputati eletti in Abruzzo, hanno presentato o si sono impegnati a presentare la proroga fino al 2023 in sede di emendamenti alla Legge di conversione del Decreto proroghe che sarà discusso inizialmente alla Camera nei prossimi giorni – si legge in una nota di Azione – Tutti i parlamentari abruzzesi intervenuti si sono inoltre dichiarati disponibili gli emendamenti proposti dai colleghi”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *