IL PREMIO NAZIONALE PRATOLA TORNA A GIUGNO, TANTI I RICONOSCIMENTI

Torna a giugno il Premio Nazionale Pratola 2021. La manifestazione, curata da Ennio e Pierpaolo Bellucci, diventata negli anni uno degli appuntamenti più seguiti in Abruzzo, giunge al suo decennale in un momento complicato, segnato e condizionato dal covid-19. L’Associazione Futile Utile, promotrice dell’evento nato nel 2012, non si ferma e propone una XI Edizione ricca di ospiti e di personaggi di grande rilievo in campo nazionale. Non mancano i riconoscimenti a personalità, aziende e associazioni del territorio peligno, che si sono distinte nella loro attività. L’intento è quello di dare un piccolo ma significativo contributo, sperando in una ripartenza il più possibile vicina. A presentare e movimentare la cerimonia di premiazione con la sua verve comica, il prossimo giugno, sarà Gabriele Cirilli, attore tra i più conosciuti e seguiti in Italia. Per la Sezione Giornalismo d’Inchiesta a ricevere il premio è l’autore e conduttore del programma tv, Report (Rai 3), Sigfrido Ranucci. Da anni si occupa dei casi più delicati della recente storia del nostro Paese. A Donatella Di Pietrantonio va il premio per la Sezione Letteratura. La scrittrice abruzzese con il romanzo L’Arminuta (Einaudi 2017) ha ottenuto tra gli altri il Premio Campiello. Enzo Romeo, caporedattore e vaticanista del Tg2, riceve il riconoscimento per la Sezione Giornalismo Televisivo.  A Vanessa Gravina, attrice di cinema, teatro, tv, tra le più apprezzate del panorama italiano, viene attribuito il premio per la Sezione Spettacolo. Alla bravissima cantautrice pop-jazz aquilana Simona Molinari viene assegnato il premio per la Sezione Musica. La Sezione Pace e Solidarietà vede premiato Hafez Haidar. Poeta, saggista, scrittore di origine libanese. Candidato più volte al Premio Nobel per la Pace e nel 2018 al Nobel per la Letteratura. All’abruzzese Piero Mazzocchetti, cantante, tenore, artista eclettico che spazia dal genere pop a quello lirico, viene attribuito il premio per la Sezione Musica. Claudio Del Signore, regista di numerosi programmi Rai, tra i quali Report, viene premiato per la Sezione Televisione e Regia Televisiva. Il riconoscimento per la Sezione Giornalismo Televisivo va ad Adriano Monti Buzzetti Colella, giornalista Rai, scrittore, saggista. Vice Caporedattore della Redazione Cultura del Tg2. Ad Amedeo Pomilio, campione olimpico di pallanuoto e allenatore, viene assegnato il premio per la Sezione Sport. È uno dei pallanuotisti più titolati di sempre. Con il Settebello ha conquistato il Grande Slam (Olimpiadi, Mondiale ed Europei). Per la Sezione Giornalismo – Carta Stampata ad essere premiato è il caposervizio della Cronaca dell’Aquila per il quotidiano Il Messaggero, Angelo De Nicola. Un ulteriore riconoscimento per la sezione Sezione Giornalismo – Carta Stampata va a Domenico Ranieri. Una delle firme storiche de Il Centro. La Caritas della Diocesi Sulmona-Valva riceve il premio per la Sezione Solidarietà. L’Ente è da sempre impegnato in attività di aiuto delle comunità bisognose, soprattutto in questo difficilissimo momento contraddistinto dal virus. Un meritato riconoscimento va anche alla Onlus Pink Pratola per la Sezione Solidarietà. L’associazione di volontariato, tutta al femminile, promuove molteplici iniziative mirate alla prevenzione del cancro al seno e all’aiuto delle donne che affrontano con coraggio la loro malattia. All’azienda Apicoltura Colle Salera viene attribuito il premio per la Sezione Economia e Lavoro. Produttori di Mieli Biologici Monoflora di pregiata qualità in Valle Peligna, conosciuti e premiati in ambito nazionale e internazionale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *