“ANCHE NOI VITTIME DEL DOVERE”, DAVANTI AI CANCELLI DEL CARCERE LA PROTESTA DELLA POLIZIA PENITENZIARIA

Una seduta straordinaria aperta del Consiglio comunale ed una manifestazione in piazza XX Settembre sono le iniziative lanciate questa mattina dai sindacati Uil Pa, Uspp, Sinappe, nel sit in tenuto davanti ai cancelli del penitenziario di piazzale Vittime del Dovere. “Anche noi siamo vittime del dovere – ha detto Mauro Nardella Uil Pa – perchè con la cronica carenza di personale siamo costretti in una condizione di precarietà costante, con conseguenze psicofisiche anche gravi, considerando che l’ambiente nel quale prestiamo servizio non è certo facile da affrontare ogni giorno”. Ma nonostante le ripetute proteste, appelli e manifestazioni, i problemi che si vivono all’interno del penitenziario sembrano ignorati dalle istituzioni e dalla politica, relegati come fatto meramente sindacale. Stamattina però tutti i rappresentanti sindacali hanno precisato che stavolta non si fermeranno a questa ennesima protesta. Andranno avanti con altre manifestazioni, per smuovere il governo centrale, non solo Comuni e Regione, affinché siano superate condizioni sempre più insopportabili, sensibilizzando anche l’opinione pubblica, che anche in città sembra distante da quanto accade dietro le sbarre. Nè è mancata una strigliata a quelle forze sindacali che hanno disertato il sit in di questa mattina, segnando un’assenza apparsa grave ai promotori. All’incontro hanno preso parte l’assessore comunale Luigi Di Cesare, che ha espresso vicinanza alla lotta dei sindacati e del personale penitenziario. Così come solidarietà piena hanno espresso, con la loro presenza, i rappresentanti cittadini di Italia Viva e Movimento Cinque stelle, rispettivamente con Luigi D’Alessandro, Antonella Fiordi e Angelo D’Aloisio.