LA VALLE SAGITTARIO, LA TRANSUMANZA ED I PASTORI PROTAGONISTI A “LINEA VERDE”

Domenica prossima, 23 maggio, alle 12,20 con il programma “Linea Verde”, condotto da Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini, le telecamere Rai tornano nel Centro Abruzzo. Dopo il recente passaggio del “Giro d’Italia” di domenica scorsa 16 maggio, della Tappa di montagna “Castel di Sangro-Campo Felice”: dal Parco Nazionale d’Abruzzo al Parco Regionale “Sirente Velino-Sirente”, attraverso la Valle del Sagittario, che fa da cerniera, le telecamere ed il drone della Rai, centreranno i loro obiettivi di nuovo nella Valle del Sagittario, fra Scanno e Sulmona. I pastori e le pecore saranno i protagonisti, con Nunzio Marcelli, il professore-pastore che ormai da quarant’anni, dalla tesi nel corso di laurea in Economia, alla gestione della Cooperativa “La porta dei parchi” di Anversa degli Abruzzi, svolge la sua missione nella pastorizia, “conservando le radici culturali e proiettandole nel futuro”, tanto per ricordare e citare il titolo di un’importante pubblicazione di Hugues de Varine “Padre degli Ecomusei” che ne ha coniato il neologismo negli anni ’70 in Francia, quale consulente del Ministro dell’Ambiente, come formula innovativa e strategica, adattabile all’era post industriale. Difatti la pastorizia non è solo un’attività reclusa nella società dell’era pastorale-contadina ma può avere una sua fiorente prospettiva anche in era post industriale e digitale. Difatti non a caso la Cooperativa ideata da Nunzio Marcelli è nota perché ha avuto la brillante idea, innovativa, del progetto “Adotta una pecora”, per consentire anche a chi vive nelle realtà metropolitane o altamente urbanizzate, fuori dai contesti montani, di sentirsi partecipe al fianco dei pastori nei pascoli con le greggi. La trasmissione accompagnerà i protagonisti in un suggestivo scenario bucolico, un Ecomuseo itinerante sul senso del Tratturo e della Transumanza, fra le Gole del fiume Sagittario e le alture circostanti. Si tratta di scorci naturalistici affascinanti, già oggetto, nei secoli scorsi, dell’attenzione di famosi pittori. Non mancheranno momenti di riflessione e di sorprese con il coinvolgimento di autentici attori locali in ambito culturale ed artistico: tutto da scoprire nell’ appuntamento di domenica prossima.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *