CONSIGLIO COMUNALE, LE DIMISSIONI DEL CONSIGLIERE D’AMICO “SCIOLGONO” L’UFFICIO DI PRESIDENZA

E tre….Questa mattina anche il consigliere comunale di maggioranza Deborah D’Amico ha rassegnato le dimissioni dall’Ufficio di presidenza del Consiglio comunale. D’Amico ha seguito il gesto  dei colleghi Elisabetta Bianchi e Bruno Di Masci, vice presidente dell’assise civica. A questo punto l’Ufficio di presidenza, restando da sola Katia Di Marzio, non può essere più riunito. Per questo le dimissioni del vice presidente Di Masci saranno subito comunicate al Prefetto dell’Aquila. “La conduzione dell’ultima seduta consiliare mi ha convinto alle dimissioni – ha spiegato Di Masci – una seduta tanto delicata, come quella dedicata al bilancio di previsione, è stata gestita male dal presidente Di Marzio, soprattutto nel dibattito”. “Anche il fatto che un presidente eletto ad inizio consiliatura con i voti della maggioranza ha votato contro il bilancio è stato un grave errore – ha continuato Di Masci – non ho potuto far finta di niente, ho annunciato che non avrei partecipato più alle riunioni dell’ufficio di presidenza e poi le stesse dimissioni di un consigliere di minoranza, come Bianchi, con motivazioni forti, hanno creato una situazione irreversibile”. “Ho dato un mio suggerimento al presidente: sarà bene che si dimetta” ha concluso l’ex sindaco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *