PROTESTANO I “DIMENTICATI” DEL VACCINO

Aumenta il numero di persone, settantenni e ottantenni, “dimenticati” dalla vaccinazione. Questa mattina molti di loro sono andati nel centro vaccinale dell’Incoronata per chiedere informazioni su come e dove poter essere vaccinati. Regolarmente prenotati sulla piattaforma di Poste Italiane si sono presentati nel giorno stabilito ma rimandati a casa perché le loro patologie risultano incompatibili con AstraZeneca. Non sono stati più convocati dalla Asl, nè hanno ricevuto finora informazioni sulla data in cui potersi vaccinare. “Sono partite le vaccinazioni per i sessantenni. Un mio amico di 64 anni farà il vaccino a Pratola il 21 maggio prossimo e io non ho saputo più nulla. Sono stato rimandato a casa perché non mi hanno voluto fare AstraZeneca che io volevo fare a tutti i costi perché credo nella vaccinazione e ora non so più nulla”. E’ quanto racconta un settantreenne che, tre anni fa, ha subito un intervento per l’asportazione di un piccolo tumore ma ora sta bene e non si era volutamente inserito nelle categorie fragili proprio perché avrebbe preferito qualsiasi vaccino, al momento programmato per la sua età senza passare avanti a nessuno. Con lui tante altre persone che inutilmente hanno chiamato il numero verde, senza ottenere risposta. I volontari della Protezione Civile hanno raccolto questa mattina le proteste dei “dimenticati” che hanno dai 70 agli over 80 anni, annotandosi l’elenco delle persone che, poi, sarà inviato all’Aquila. La Protezione Civile non ha potuto dare risposte o assegnare una nuova data di vaccinazione perché, è stato riferito, i giorni vengono stabiliti “a livello centralizzato dall’Aquila”. Quindi gli utenti sono nuovamente tornati a casa senza risposte certe. C’era un 79enne con patologie che attende di essere richiamato dal 19 aprile, c’erano utenti di vari paesi del circondario tornati indietro senza risposta, una persona che doveva essere vaccinata il 19 aprile si è “messo in panchina” per essere vaccinato e oggi a mezzogiorno doveva essere vaccinato, ma invece é rimasto in attesa.



One thought on “PROTESTANO I “DIMENTICATI” DEL VACCINO

  • 8 Maggio 2021 in 19:40
    Permalink

    Mi dispiace sentire dei disservizi perchè a me è andato tutto bene. Ho fatto anche la seconda infiltrazione senza problemi, con tanta diligenza e cortesia da parte del personale

I commenti sono chiusi