GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, SI RIPARTE DA PETTORANO SUL GIZIO

Appuntamento il 15 e il 16 maggio nel Borgo di Pettorano sul Gizio con le Giornate FAI di Primavera
insieme al Gruppo FAI Sulmona-Tre Valli. Le giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento a carattere nazionale che inaugura la ripartenza dell’Italia e del nostro territorio. “Finalmente potremo tornare a scoprire insieme i luoghi straordinari del nostro Paese e ammirare il patrimonio d’arte e natura italiano. Pettorano sul Gizio, con il suo centro storico tutto ricompreso nella Riserva Naturale Monte Genzana Alto Gizio rappresenta il felice connubio cultura-natura tanto caro alla Fondazione – sottolinea il gruppo Fai – I nostri narratori accompagneranno i visitatori in un itinerario culturale-ambientale tra le vie del Borgo con una visita che partirà dal Castello Medievale dei Cantelmo e che sarà incentrata in particolare sulle esclusive aperture dei più bei Palazzi Storici solitamente chiusi al pubblico e aperti in via eccezionale per i visitatori FAI e per gli iscritti: La Castaldina, Palazzo Croce e Palazzo Vitto Massei”. A cura della Cooperativa Valle Luna, si svolgerà un’escursione nella Riserva Naturale alla cascata detta delle “Callarelle” che si raggiunge costeggiando le sponde del torrente Riaccio. Le visite termineranno al Parco di Archeologia Industriale, un museo a cielo aperto dove le Guide della Riserva apriranno gli antichi mulini e gli opifici lungo il fiume Gizio, mostrando ai visitatori il funzionamento delle vecchie macine e il duro lavoro dei mugnai nei secoli scorsi.
Le visite saranno effettuate nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria anti Covid, con gruppi di massimo 15 persone e prenotazione obbligatoria sul sito: www.giornatefai.it

Un Commento su “GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, SI RIPARTE DA PETTORANO SUL GIZIO

  • 9 Maggio 2021 in 08:34
    Permalink

    Bunongiorno grazie per avermi dato questa bellissima notizia per via pettorano far conoscere e far vedere a altre personne questo meraviglioso paese pieno d’i tante richezze ho 76 anni nata a pettorano ma vivo purtroppo in francia da 60 anni il mio sogno sara prima d’i morire d’i vedere questo spazio d’i via pettoranello dove ho commprato una casa che purtroppo quando ci ritorno mi fa pena d’i vedere tutti queste cantine abbandonate e non capisco che il comune non trova una soluzione per farne un posto per la riconstuzione poi vendendo o affitarle per far godere à tanta gente la gioia d’i respirare l Aria pura e bere l acqua de l gizio et godersi in pace d’i questo meraviglioso silenzio che nutre la nostra anima …. tanti saluti damico anna

I commenti sono chiusi