FERROVIA PESCARA-ROMA, AMMINISTRATORI LOCALI E RFI PRONTI AL CONFRONTO

Il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini ed altri ventinove sindaci abruzzesi e laziali, accolgono con favore “la volontà espressa del neo Commissario Rfi ingegnere Macello per la realizzazione dell’opera di velocizzazione della Roma-Pescara di avviare subito un confronto pubblico con amministratori locali dei territori interessati per condividere i dettagli del progetto e anche per chiarire meglio il tema importante delle risorse disponibili e dei tempi di realizzazione dell’intero progetto, fugando ogni dubbio, sollevato in queste settimane, su concretezza dell’opera nei tempi programmati”. Casini ricorda che oltre trenta sindaci abruzzesi e laziali, dopo l’incontro fatto lo scorso 23 aprile, abbiano aderito in queste settimane al manifesto per la realizzazione del corridoio intermodale tra la penisola Iberica e i Balcani, insieme a diversi parlamentari e consiglieri regionali, proposto dalle associazioni produttive e datoriali abruzzesi, sottolineando la necessità di inserire l’Abruzzo e il Lazio nei corridoi intermodali Tirreno-Adriatico, per sostenere la rete Barcellona-Civitavecchia-Ortona-Ploce, così da consentire un sistema moderno di trasporti necessario per insediamenti produttivi e sviluppo per le nostre regioni”. Ad affermarlo è il sindaco di Sulmona Annamaria Casini. “Oltre Sulmona hanno aderito: Chieti,  Popoli, Avezzano, Tagliacozzo, Carsoli, Secinaro, Goriano Sicoli, Prezza, Anversa degli Abruzzi, Pettorano sul Gizio, Cocullo, Arsoli (Roma), Campo Di Giove,  Magliano Dei Marsi, Bisegna, Pescina, Introdacqua Camerata Nuova (Roma); Civita d’Antino, Lecce dei Marsi, Molina Aterno, Castellafiume, Oricola, Vicovaro (Roma) Pescasseroli, Trasacco, Cerchio, Gioia dei Marsi, Civitella Roveto, Cappadocia, Provincia di Chieti; Balsorano. Si è voluto dare forza, tutti insieme, a questa istanza chiedendo in tal modo l’inserimento nelle reti internazionali dei trasporti quale garanzia per l’attuazione di un programma a lungo temine di investimenti infrastrutturali, ponendo le nostre regioni, troppo a lungo al margine, al centro dello sviluppo economico d’Europa. Sempre con questo fine, e di concerto con le forze produttive e sindacali abruzzesi e ai tanti sindaci del Comitato per la “velocizzazione della Roma Pescara e la trasversalità” conclude il sindaco Casini “ho partecipato alla consultazione pubblica indetta dalla Commissione Europea in merito al regolamento della rete transeuropea di trasporto Ten-T,  conclusasi ieri,  proponendo emendamenti all’attuale proposta di regolamento per la revisione dei corridoi affinchè, ad esempio, vengano privilegiate le Regioni con piani Zes come l’Abruzzo e il Lazio. E’ una battaglia che noi sindaci stiamo conducendo da diversi anni ormai e continueremo a tenere alta l’attenzione su un tema strategico che guarda al futuro, proseguendo nel chiedere di convogliare tutte le forze politiche e istituzionali su questo obiettivo con la convinzione che si debba cogliere questa opportunità epocale di sviluppo, soprattutto per le nuove generazioni”



One thought on “FERROVIA PESCARA-ROMA, AMMINISTRATORI LOCALI E RFI PRONTI AL CONFRONTO

  • 6 Maggio 2021 in 13:00
    Permalink

    Signor Sindaco, continua imperterrita a manipolare senza pudore e purtroppo per lei senza risultato i lavori di ammodernamento della Roma – Pescara con la revisione dei corridoi ten-t.
    Nella sua nota doveva fermarsi al primo periodo grammaticale, tutto il resto non c’entra nulla con l’invito del Commissario Macello che si occupa esclusivamente della riqualificazione della linea ferroviaria e nulla di più… lui non ha voce in capitolo in nient’altro, così come lei.
    Gli elettori hanno proprie capacità cognitive e fortunatamente anche memoria delle numerose attività della sua amministrazione per giudicare il suo operato.
    La smetta di confonderSI le idee, così facendo rischia di crederci anche lei.

I commenti sono chiusi